counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Giorno del Ricordo, l'assemblea legislativa riflette sulle pagine della storia

2' di lettura
1667

L'Assemblea legislativa delle Marche ha celebrato martedì mattina in apertura di seduta il Giorno del Ricordo, in memoria dell'esodo degli italiani del confine orientale e di tutte le vittime delle foibe.

I consiglieri regionali hanno ascoltato le riflessioni del Presidente del Comitato della provincia di Ancona dell'Avgd (Associazione Venezia Giulia e Dalmazia) Franco Rismondo che ha ricordato l'importanza della legge approvata lo scorso anno dal Consiglio regionale. La normativa, approvata all'unanimità lo scorso anno, si propone di conservare e rinnovare la memoria dell'esodo degli istriani fiumani e dalmati nel secondo dopo guerra.

“Queste celebrazioni sarebbero poca cosa se fossero solo l'ottemperare ad una legge - ha sottolineato il Presidente Vittoriano Solazzi in apertura - Questa società deve recuperare il senso della memoria e del ricordo, perchè pagine tristi della storia non si possono dire superate per sempre”.

Il Presidente Rismondo ha definito la giornata di oggi, sebbene ricordi una pagina tragica, una giornata di festa, “perchè festeggiamo l'interesse e la vicinanza delle istituzioni per una vicenda storica dimenticata per tanto tempo e le cui ferite sono in via di guarigione solo di recente”. “Mi auguro che questa giornata non ricordi solo barbari eccidi, ma celebri anche il valore del pluralismo etnico e linguistico, la verità storica di una comunità italiana autoctona, di quei 350 mila che hanno lasciato la loro terra, italiani che volevano restare italiani”.

“Riconciliazione non vuol dire rinuncia alla memoria e alla solidarietà, ma ripercorrere la storia per rinsaldare la nostra coesione nazionale” - ha concluso Rismondo. Negli anni dell'esodo giuliano-dalmata-istriano le Marche furono la regione che accolse il maggior numero di esuli. La commemoriazione di oggi rientra in una serie di iniziative per ricordare la tragedia delle foibe prevista dalla legge regionale 8/2012 che promuove la conservazione e il rinnovamento del ricordo attraverso mostre, manifestazioni ed eventi anche nelle scuole.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2013 alle 18:01 sul giornale del 13 febbraio 2013 - 1667 letture