Il Consiglio regionale celebra il Giorno del Ricordo

Foibe 1' di lettura 08/02/2013 - L'Assemblea legislativa delle Marche celebrerà, in apertura dei lavori della seduta del 12 febbraio, il “Giorno del ricordo”.

Dopo aver commemorato le vittime dell'Olocausto, dedicando la prima parte dei lavori consiliari del 29 gennaio alle celebrazioni per la Giornata della memoria, l'aula consiliare ricorderà nella prossima seduta il 66esimo anniversario dell'esodo di 350 mila istriani, fiumani e dalmati.

Alla celebrazione parteciperà il presidente del comitato provinciale di Ancona dell' Anvgd (Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia), Franco Rismondo.
E' la prima volta che in aula consiliare si commemora il Giorno del ricordo, dopo l'approvazione della legge regionale sulle foibe (lr. n.8 del 20 aprile 2012) . Una normativa, approvata l'anno scorso all'unanimità, che si propone di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani fiumani e dalmati nel secondo dopo guerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

Le Marche negli anni dell'esodo giuliano-dalmata-istriano furono la regione che accolse il maggior numero di esuli. Le celebrazioni in programma martedì prossimo s'inseriscono in una serie di iniziative per ricordare la tragedia delle foibe previste dalla legge regionale che promuove la conservazione e il rinnovamento della memoria legata alle vittime delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata e istriano, attraverso mostre, manifestazioni ed eventi anche nelle scuole per favorire la diffusione dei valori storici tra le giovani generazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2013 alle 15:23 sul giornale del 09 febbraio 2013 - 1473 letture

In questo articolo si parla di attualità, foibe, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Jcz