counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Elezioni, i sindacati dei pensionati ai candidati marchigiani, 'Preoccupatevi di noi!'

2' di lettura
1543

pensionati

I sindacati dei pensionati, preoccupati per l’andamento della crisi economica e sociale che continua a mordere il Paese, colpendo non solo il lavoro ma anche gli anziani e i pensionati , chiedono impegni concreti al futuro Parlamento e Governo, prossimi alle elezioni.

I pensionati con il blocco della rivalutazione delle pensioni , l’introduzione indiscriminata dell’IMU sulla prima casa, i tagli ai servizi socio-sanitari e l’aumento dei prezzi di beni, servizi e tariffe, stanno pagando un prezzo altissimo.

Gli ultra 65enni nelle Marche, secondo l’ultimo censimento Istat, hanno superato la media nazionale, con il 23% della popolazione residente, registrando una crescita straordinaria nelle fasce ultra 85enni con un +38,6% e ultra centenari con un +161% rispetto al censimento precedente.

Le segreterie regionali di Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil sollecitano, in particolare, i candidati marchigiani a promuovere interventi concreti a sostegno dei redditi dei pensionati , a partire dalla rivalutazione del potere d’acquisto delle pensioni e da una nuova politica fiscale che contrasti l’evasione e riduca la tassazione sui redditi da pensione e da lavoro dipendente.

Nelle Marche oltre il 56% delle pensioni erogate ricadono nella fascia 0-750€ , con un importo medio pari a 654,00 €, un valore inferiore rispetto alla media nazionale del 19% (-126,00 €).

Pertanto va anche risolto il problema, degli incapienti coloro cioè che non possono usufruire delle agevolazioni fiscali perché hanno redditi troppo bassi.

Per il sindacato unitario dei pensionati il nuovo Governo dovrà approvare quanto prima una legge nazionale per la non autosufficienza dotata di un Fondo adeguatamente finanziato , per dare pari dignità di cura e assistenza a tutti gli anziani che stanno vivendo in condizioni di fragilità fisica e non solo.

Il rilancio di un welfare pubblico , equo e solidale dovrà essere una delle priorità per poter dare risposte a tutti i cittadini a partire da quelli in condizioni di maggior bisogno come gli anziani , disabili e non autosufficienti.

Secondo le Segreterie Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil per dare risposte concrete di assistenza e cura si dovranno recuperare ulteriori risorse dalla razionalizzazione della spesa pubblica a partire dal contrasto agli sprechi e ai costi impropri della politica.
Richieste che potranno dare respiro ai tanti pensionati che finora sono stati, insieme ai lavoratori dipendenti, i “soliti noti” che hanno fatto sacrifici per risollevare il Paese.



pensionati

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2013 alle 17:13 sul giornale del 09 febbraio 2013 - 1543 letture