counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Imu, Lodolini: 'L'unica soluzione seria e realizzabile è quella del Pd'

2' di lettura
3320

emanuele lodolini

E’ quella del Pd l’unica proposta seria, credibile, soprattutto realizzabile sull’Imu, in un contesto in cui i conti pubblici devono reggere la sfida della sostenibilità. Il Pd l’ha formulata non da oggi, ma prima ancora che il governo Monti varasse il decreto Salva Italia, provvedimento con il quale è stata applicata l’Imu, imposta disegnata e varata dal governo Berlusconi-Maroni-Tremonti nell’ambito del federalismo fiscale.

Il Pd ha proposto di alleggerire l’Imu sulla prima casa, in particolare per gli italiani che hanno redditi più bassi. E di finanziare questa agevolazione rendendo gradualmente progressiva l’imposta sui grandi patrimoni immobiliari, cioè un prelievo aggiuntivo sui patrimoni immobiliari di valore superiore a soglie particolarmente elevate. Più in particolare l’ipotesi è di evitare il pagamento dell’Imu per le prime case fino a 500 euro di imposta e di compensare questo sgravio con un carico gradualmente progressivo, a partire dagli immobili che abbiano un valore superiore almeno al milione e mezzo di euro dal punto di vista catastale, cioè almeno tre milioni di euro di valore commerciale.

Nel corso dell’iter parlamentare del provvedimento sull’Imu il Pd ha anche proposto di destinarne il gettito ai comuni. La proposta non è stata accolta dal governo Monti. Berlusconi ieri ha messo l’Imu al centro della sua proposta. Una balla colossale, ma che punta a solleticare i desideri dei suoi elettori. Berlusconi ha promesso di restituire in contanti l’Imu versata sulla prima casa nel 2012 e di finanziare questa operazione con un accordo sui capitali italiani in svizzera. Si potrebbe ricorrere all’adagio romano, “Due piccioni con una fava”. Da un lato avverte i proprietari più abbienti che solo lui penserà a loro. Dall’altro strizza l’occhio, come ha detto Bersani, agli evasori, perché lascia intravedere un altro scudo fiscale per chi ha evaso imposte in quantità industriale ed ha portato i denari in Svizzera.

Difatti, secondo i dati dell'Agenzia del territorio l'IMU prima casa ad aliquota base produce un gettito di 3,3 miliardi. Il 58,8% di questa cifra è pagata dal 30% dei proprietari più ricchi, mentre il 30% dei proprietari meno abbienti versa solo il 9,3% dell’imposta. L’abolizione totale dell’Imu regalerebbe ,9 miliardi alla parte più ricca dei proprietari, mentre il beneficio per i meno benestanti sarebbe minimo (300 milioni).



emanuele lodolini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2013 alle 14:26 sul giornale del 06 febbraio 2013 - 3320 letture