counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Legge per il 70°anniversario della Resistenza, Giancarli primo firmatario

2' di lettura
1645

enzo giancarli

“Diffondere la memoria, valorizzando e utilizzando il significato della Resistenza e della guerra di Liberazione, come identità storica della nostra Regione. Diffondere e valorizzare il patrimonio culturale e documentario dell’antifascismo per offrire alle nuove generazioni le basi per essere artefici dell’impegno per la democrazia, la libertà, i diritti in Europa e nel mondo.”

Questi gli intenti della proposta di legge, di cui è primo firmatario Enzo Giancarli, presentata in Consiglio regionale sulle celebrazioni del 70° Anniversario della Resistenza e della guerra di Liberazione.

Nel corso di questo 2013 e nei due anni successivi, sarà ricordato il triennio degli eventi con i quali l’Italia si è liberata dalla dittatura e dall’occupazione straniera e ha riconquistato l’indipendenza e l’unità. A partire dall’8 settembre 1943, data dell’Armistizio, sino al 25 aprile 1945, giorno dell’insurrezione a Milano oggi Festa della Liberazione.

“Com’è già avvenuto in passato – afferma Giancarli nella relazione – per gli eventi celebrativi del cinquantesimo e sessantesimo anniversario, si intende dare avvio al lavoro che per tre anni coinvolgerà istituzioni e associazioni della società civile nella progettazione, nel coordinamento e nella realizzazione di iniziative che hanno l’obiettivo di diffondere il patrimonio storico e culturale della Resistenza e della guerra di Liberazione.”

Riprendendo i principi stabiliti dallo Statuto regionale e dalla Costituzione, la proposta di legge, che è stata sottoscritta dai molti consiglieri regionali e da vari Capi gruppo , prevede un programma d’interventi, articolato in annualità, che dovrà essere approvato dalla Giunta regionale con la descrizione dei progetti di maggior rilievo e delle iniziative più significative che si svolgeranno nelle Marche. Iniziative volte a diffondere la conoscenza storica della Resistenza, della lotta contro il nazifascismo e del tributo di sangue e di sofferenza pagato dalle vittime civili e dai perseguitati politici e razziali.

Tra le azioni promosse: convegni di studio, concorsi per opere d’arte, raccolta di materiale documentario e testimonianze, pubblicazione di ricerche e saggi, manifestazioni celebrative, conferenze, mostre, visite ai luoghi di deportazione e a quelli dove si sono svolti i combattimenti più significativi.



enzo giancarli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2013 alle 18:27 sul giornale del 01 febbraio 2013 - 1645 letture