Ecco chi rappresenterà in parlamento per 5 anni i marchigiani di centrosinistra

Parlamento Italiano 1' di lettura 08/01/2013 - La direzione nazionale del PD ha deciso le liste elettorali del partito nelle Marche. Alla Camera sono stati inseriti due paracadutati e sono state invertite alcune posizioni, ma sostanzialmente la lista è stata rispettata. Al Senato invece nei primi 5 posti in lista solo due sono marchigiani.

Nelle Marche verranno eletti presumibilmente 16 o 17 deputati. Di questi 9 o 10 saranno il premio assegnato alla coalizione vincente. Tra questi 7, 8 o 9 andranno al Partito Democratico ed uno o due a SEL, a seconda dei voti ricevuti dai due partiti.

Ecco la lista dei candidati. In verde chi presubimilmente verrà eletto ed in rosso che lo sarà molto, molto difficilmente.

CAMERA
Enrico Letta (Paracadutato)
Emanuele Lodolini
Marco Marchetti
Stella Bianchi
(Paracadutata)
Irene Manzi
Luciano Agostini
Piergiorgio Carrescia

Paolo Petrini
Alessia Morani
Beatrice Brignone
Andrea Marinelli
Oriano Giovannelli
Ero Giuliodori
Margherita Sorge
Eliana Maiolini
Angela Giuseppina Cossiri

Al Senato nelle Marche saranno eletti 8 candidati. 5 di questi saranno presi dalle liste della coalizione vincente. Nelle Marche è probabile che si tratti del CentroSinistra. Al PD andranno 4 o 5 senatori, forse SEL ne avrà uno. Di questi solo due sono stati scelti dagli elettori marchigiani con le primarie parlamentari.

Ecco la lista del PD, chi probabilmente sarà eletto in verde. In rosso chi probabilmente non lo sarà.

SENATO
Camilla Fabbri
NAZIONALE ALTRI PARTITI
Silvana Amati
Francesco Verducci

Mario Morgoni (Paracadutato)
Anna Casini
Rosa Meloni
Vittoriano Solazzi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-01-2013 alle 23:30 sul giornale del 09 gennaio 2013 - 2934 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, politica, partito democratico, Parlamento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/H1E


No coment, ma sarebbe cosa gradita se a fianco a ciascuno fosse indicato il luogo di nascita.

le colporteur

09 gennaio, 21:58
Ci sono state le primarie e quindi bastava fare delle proporzioni per rendere equivalenti i voti rispetto al bacino di utenza o dei votanti.
Il gioco era semplice ma c'è il porcellum, c'è la direzione nazionale, c'è BERSANI e c'è RENZI, c'è chi deve assolutamente essere eletto e quindi ecco una lista che rispetto alle primarie nulla c'entra.
Per questa volta si cambia.