Numana: minacce di morte e percosse ad un imprenditore, in manette due strozzini

Soldi 1' di lettura 04/12/2012 - Avevano minacciato di morte e lo avevano anche picchiato per un prestito di 2 mila e 500 euro. Vittima un noto imprenditore numanese in difficoltà. Ma per loro nulla da fare, scattano le manette per due strozzini.

Erano circa le 18:15 di lunedì a Numana, quando i militari della locale Stazione, a conclusione di immediate indagini, riuscivano ad identificare e deferire in Stato di Libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, due uomini. Si tratta del nullafacente pluripregiudicato, V.R., nato a Roma, Cl. 1963, residente a Grottammare e del nullafacente incensurato C.C.G., nato ad Ascoli Piceno, Cl. 1979, residente in Grottamare.

Entrambi, infatti, si sono resi responsabili di tentata Estorsione in concorso, nonché minacce, danneggiamento e percosse. Le indagini, grazie anche alla denuncia e alla collaborazione della vittima, permettevano di scoprire e bloccare i due malviventi, che approfittando del momentaneo stato di disagio economico-finanziario di un noto imprenditore numanese, avevano elargito un prestito di circa 2.500 euro che lo stesso imprenditore non era più in grado di restituire.

L'imprenditore aveva incontrato così i due malviventi a Campofilone, nel fermano, per cercare di porre rimedio alla situazione. Ma é qui che i due lo hanno picchiato e minacciato di morte. L’intento era di indurlo a restituire una somma ben più alta, con tanto di interessi, di circa 9 mila euro.






Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2012 alle 20:24 sul giornale del 05 dicembre 2012 - 1729 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, numana, soldi, ricettazione, imprenditore, laura rotoloni, strozzini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GR1





logoEV