counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Tutela del mare e della costa, siglate due convenzioni

3' di lettura
1570

Paolo Eusebi Idv

Tutela del mare e in mare, è questo l’impegno siglato con due convenzioni venerdì mattina in Regione dall’assessore Paolo Eusebi che specifica: “La prevenzione e il lavoro costante di monitoraggio garantiscono la tutela e la buona conservazione del mare e della costa. Questa mattina mettiamo in atto una sinergia di forze per la massima sicurezza dei cittadini marchigiani e del loro territorio”.

Iniziative comuni per la previsione e prevenzione dell’inquinamento da idrocarburi dispersi in mare o spiaggiati è la convenzione che è stata firmata con il Comune di Falconara Marittima, rappresentata dal vicesindaco, Clemente Rossi.

Falconara, è stato specificato nel corso dell’accordo, presenta tutte le tipologie di costa e tutti i tipi di insediamenti che la rendono ottima ‘palestra’ per sperimentare le attività connesse all’ipotesi di inquinamento costiero a seguito di un eventuale incidente o calamità.

“L’attività della tutela del mare – ha ricordato l’assessore Paolo Eusebi – è basata sulla previsione e prevenzione di fenomeni calamitosi o accidentali che si possono verificare in mare e riversarsi conseguentemente sulla costa. Tutto il nostro lavoro è finalizzato alla prevenzione del danno eventuale, a garanzia della pubblica e privata incolumità e a tutela del sistema economico”. “Convenzione a cui teniamo molto – ha ribattuto il vicesindaco di Falconara Marittima, Clemente Rossi – La città, con il suo litorale, viene posta al centro della problematica che va affrontata a partire dalla prevenzione. Abbiamo già sperimentato le strutture con esercitazioni svolte una settimana fa proprio per prevenire l’inquinamento della costa. Potremmo divenire città capofila di un piano costiero mirato a prevenire l’emergenza del litorale e ambientale e garantire sicurezza”.

In presenza del presidente della Cooperativa Pescatori Motopescherecci di Ancona , Giuseppe Gasparroni, è stata firmata la convenzione per l’implementazione della rete di monitoraggio, allertamento costiero e rilevazione di idrocarburi o sostanze nocive all’ambiente e alla salute dell’uomo dispersi in mare.

Si tratta di uno specifico progetto che vede la presenza della categoria di lavoratori più significativamente legata al mare e mira a coinvolgerli nella preventiva segnalazione di situazioni di inquinamento o emergenza che si verificano in mare. “Il coinvolgimento della categoria – specifica Eusebi – è fondamentale perché lavorando in mare sono perfetti conoscitori dei rischi e pericoli che la loro professione comporta. La sinergia con la Cooperativa non può che migliorare il sistema di prevenzione e sicurezza in mare”. Questo progetto sperimentale, unico nel panorama Adriatico e Mediterraneo, se darà esiti positivi, sarà esteso anche alle marinerie pescherecce di San Benedetto, Civitanova Marche e Fano. “Molto probabilmente - aggiunge l’assessore – sarà proposto all’interno di un progetto europeo di cui fa parte la P.F. Tutela del mare della Regione, per l’eventuale estensione a tutte le regioni del bacino Adriatico e, in prospettiva, all’intera Macroregione Adriatico Ionica”.

Nel corso dell’incontro, in cui l’assessore Eusebi e l’architetto Alberto Cecconi hanno illustrato il panorama delle iniziative regionali previste per implementare il sistema di monitoraggio del mare, particolare risalto è stato dato ad una ipotesi di progetto destinata al recupero e riutilizzo del faro storico di Ancona attualmente in disuso e in fase di degrado.

L’ipotesi di progetto prevede l’istallazione di tecnologie di avanguardia nel faro per il monitoraggio del mare e il recupero architettonico, così da restituire alla città il suo skyline originale (nato nel 1860 e funzionante fino al 1964) con la ricostruzione dell’antica lanterna. Conclude l’assessore Eusebi: “Il polo tecnologico, che speriamo si possa realizzare nel faro di Ancona, diventerà il fulcro del sistema di monitoraggio e sarà collegato in tempo reale con tutte le autorità competenti al fine di promuovere il miglior coordinamento possibile”.



Paolo Eusebi Idv

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2012 alle 19:53 sul giornale del 24 novembre 2012 - 1570 letture