counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Fano: pedofilia, caso don Ruggeri. Amareggiato il vescovo Trasarti

2' di lettura
1663

Vescovo Armando Trasarti

In una nota ufficiale della Curia, il vescovo di Fano, Armando Trasarti, spiega che se finora non ci sono stati contatti con la tredicenne di Orciano, al centro della vicenda di pedofilia che ha coinvolto don Giacomo Ruggeri, è soltanto per rispetto nei confronti della vittima e della sua famiglia.

Il vescovo di Fano, monsignor Armando Trasarti "Ha appreso con profonda amarezza quanto apparso sulla stampa locale sull’asserito ‘silenzio della Curia’ nei confronti della minore di Orciano, fatta oggetto di atti sessuali dall’ex portavoce del vescovo don Giangiacomo Ruggeri, ora agli arresti domiciliari".

"Il vescovo è sempre stato presente e pronto all’accoglienza di tutti coloro che hanno inteso rivolgersi alla sua persona e alla Curia: nella delicata questione di cui si tratta, e ove sono a tutt’oggi in corso indagini, l’atteggiamento del vescovo è stato improntato al massimo riserbo e rispetto per la minore in primis e comunque per tutta la sua famiglia cui, in più occasioni, pubbliche e non, compresa l’omelia della messa celebrata in Orciano, è stata manifestata tutta la vicinanza e la comprensione per quanto la minore e la famiglia stavano vivendo".

"Se non vi sono state chiamate dirette è stato proprio per il massimo rispetto della minore e della famiglia, e per rispettare la sensibilità di persone coinvolte in una difficilissima situazione e che, non appena si sentiranno pronte o vorranno, saranno accolte dalla Curia, e in primis dal vescovo, con tutta la disponibilità che ha sempre caratterizzato monsignor Armando Trasarti come vescovo e come uomo di Chiesa".


"Feriscono dunque quelle parole ‘niente di niente’, perché non veritiere ma soprattutto perché più dirette, pare, ad alimentare polemiche in una situazione in cui, soprattutto per la minore coinvolta e per la sua famiglia, e anche per il lavoro della magistratura ancora in corso, il riserbo e il rispetto dovrebbero prevalere".



Vescovo Armando Trasarti

Questo è un articolo pubblicato il 07-11-2012 alle 17:10 sul giornale del 08 novembre 2012 - 1663 letture