counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Fano: giro di vite dei Carabinieri, controlli e denunce

2' di lettura
1555

Carabinieri

Nell’ambito dei servizi di controllo per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio nel nostro territorio, i carabinieri hanno arrestato due pregiudicati di 37 anni a San Costanzo e a Mondavio, e denunciato altri due pregiudicati quarantenni a Fano e a San Michele al Fiume.

I carabinieri di San Costanzo hanno arrestato un 37enne pregiudicato albanese per non aver rispettato gli obblighi di permanenza nella propria abitazione. L'uomo è stato trasferito al carcere di Pesaro, in seguito alla segnalazione di continue violazioni di legge commesse dallo straniero, dedito allo spaccio di stupefacenti e a reati contro il patrimonio.

A Fano, i carabinieri hanno fermato e denunciato un 41enne pregiudicato, originario della provincia di Bari, per inosservanza delle misure di prevenzione e mancato rispetto del divieto di ritorno nel comune di Fano emesso dal Questore di Pesaro Urbino su proposta dei militari del Capitano Cosimo Giovanni Petese. L'uomo, dedito a furti e rapine, è stato giudicato soggetto pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica.

I carabinieri di Mondavio hanno arrestato per violenza e minaccia a un pubblico ufficiale, oltraggio e danneggiamento aggravato, un 37enne pregiudicato della zona che ubriaco aveva infastidito il proprietario e alcuni clienti di un locale del luogo. Alla vista delle forze dell'ordine, chiamate dai presenti, l’uomo ha tentato di reagire ma è stato subito immobilizzato e arrestato.

A San Michele al Fiume, vicino Mondavio, verso le 3 della scorsa notte, al termine di un breve inseguimento, i carabinieri hanno fermato un’autovettura che si aggirava con fare sospetto nei pressi di alcune abitazioni della zona. A bordo del mezzo, un 42enne pregiudicato, originario della Georgia e residente a Monte Porzio, in possesso di un grosso coltello a serramanico con lama di 9 cm. Il coltello è stato immediatamente sequestrato, mentre il pregiudicato è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per porto abusivo di armi.



Carabinieri

Questo è un articolo pubblicato il 31-10-2012 alle 11:53 sul giornale del 02 novembre 2012 - 1555 letture