Porto San Giorgio: rapina nell'abitazione di un imprenditore, il figlio blocca un albanese

Mauro Luigi Cardinali 1' di lettura 11/10/2012 - Moglie e marito feriti da una banda di malviventi che, la scorsa notte, si è introdotta nella loro abitazione annessa al distributore di carburante di Porto San Giorgio (Fermo) mettendo a segno una rapina.

Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, allertati dal figlio dell’imprenditore Mauro Cardinali, la banda avrebbe portato via un ‘ingente’ bottino. Il figlio del proprietario dell’abitazione Mauro Luigi, rincasando si è trovato di fronte i malviventi. "Quando sono salito in casa ho trovato mio padre e mia madre a terra. Li stavano picchiando -racconta Luigi - Sono corso verso mio padre perchè lo stavano soffocando e allora gli aggressori sono scappati. Con l'aiuto di mia madre però siamo riusciti a togliere a uno di loro il passamontagna e con l’aiuto di due operai marocchini che dormivano nello stesso complesso residenziale, lo abbiamo bloccato".

Si tratta di un albanese di 26 anni senza fissa dimora, poi arrestato dai carabinieri. Le indagini e le ricerche degli altri due malviventi continuano. I militari non escludono che si tratti di altri due stranieri e che siano specializzati in colpi di questo tipo.






Questo è un articolo pubblicato il 11-10-2012 alle 16:43 sul giornale del 12 ottobre 2012 - 2874 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, rapina, porto san giorgio, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EPu





logoEV