counter

Matelica: perde il lavoro e si getta nel fiume, vivo per miracolo un muratore

Fiume Esino 1' di lettura 28/08/2012 - Ha cercato di togliersi la vita gettandosi dal ponte del fiume Esino. E' un dramma della disperazione legata quasi certamente alla perdita del lavoro quello che ha spinto un muratore di 44 anni a compiere un gesto che solo per miracolo non gli è costato la vita.

Dopo aver scavalcato il parapetto del ponte sul fiume Esino, in viale Roma, il muratore di Matelica si è gettato nel vuoto. L'uomo però non è finito in acqua ma sul greto del fiume. Nonostante il volo da circa 5 metri il muratore non è morto. Sul posto sono intervenuti il 118, i carabinieri di Matelica e i vigili urbani.

Le sue condizioni sono apparse subito gravi a causa di diverse fratture, per cui è stato richiesto l'intervento dell’eliambulanza che ha trasportato il muratore all’ospedale regionale di Torrette ad Ancona. Anche se la prognosi è riservata, il 44enne non sarebbe in pericolo di vita.






Questo è un articolo pubblicato il 28-08-2012 alle 23:10 sul giornale del 29 agosto 2012 - 1861 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, matelica, esino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Dep