counter

Ora a rischio anche l'aereoporto di Falconara?

aeroporto 1' di lettura 22/08/2012 - Secondo notizie diffuse dalla stampa nazionale rischia di saltare anche l’aereoporto di Falconara, utilizzato ovviamente dai cittadini jesini e non solo che per vacanza o lavoro viaggiano all’estero. I motivi sono sempre i soliti: razionalizzazione delle spese; le conseguenze anche: riduzione dei servizi ai cittadini.

Il piano che il Ministro Passera avrebbe predisposto con l’Enac e tre società di consulenza prevede che degli oltre 60 aereoporti italiani ne restino solo poco più della metà: 40 poli, come vengono definiti nel progetto, che sarà presentato al tavolo del Consiglio dei Ministri di venerdì. Per la struttura di Falconara sarebbe prevista la trasformazione ad uso esclusivamente cargo, salvaguardando almeno le funzioni integrate che dovrebbero svilupparsi con l’Interporto di Jesi.

Sicuramente dopo le decisioni prese dal Governo su Tribunale e Giudice di Pace, dopo i ritardi sulla realizzazione del nuovo ospedale ed i tagli previsti sul piano dei servizi sanitari questa ulteriore possibile iniziativa di risparmio andrebbe ad impattare ulteriormente sull’economia del territorio penalizzando in primis il turismo, rendendo la regione e la Vallesina ancor più difficilmente raggiungibile dall’estero, ma anche le imprese che all’estero cercano una valvola di sfogo alla crisi imperante sul mercato interno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-08-2012 alle 09:26 sul giornale del 23 agosto 2012 - 1982 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara, aereoporto, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/C2k





logoEV
logoEV