counter

Ancona: truffe agli anziani. Ecco i consigli su 'come difendersi' della Polizia

Polizia di Stato generico 1' di lettura 20/08/2012 - Dopo i consigli su come difendersi per evitare i furti in abitazione, la Questura di Ancona suggerisce, in particolare ai più anziani, alcuni semplici suggerimenti su come "difendersi dalle truffe".

Un reato piuttosto spaoradico nel Capoluogo dorico. Ma come sempre 'meglio prevenire che curare'. La Polizia di Ancona ci avvisa che é bene “stare in guardia”, senza mai fidarsi troppo.

Ecco, dunque, alcuni consigli utili, suggeriti dalla Polizia stessa, per tenere, soprattutto gli anziani, alla larga dalle truffe.

1) Non aprire la porta di casa a sconosciuti anche se dichiarano di essere dipendenti di aziende pubbliche e vestono un'uniforme. Verifica sempre chiamando il 113.

2) Non fermarti mai per strada per dare ascolto a chi ti offre facili guadagni o a chi ti chiede di poter controllare i soldi o il libretto della pensione, anche se è una persona distinta e affabile.

3) Diffida di coloro che si presentano con insistenza a nome di parenti o conoscenti senza averne verificata l’attendibilità.

4) Fatti accompagnare (se puoi) quando prelevi o versi soldi in banca o in un ufficio postale, soprattutto nei giorni in cui riscuoti la pensione o paghi le bollette.

5) Quando vai o torni dalla banca o dall’ufficio postale con i soldi in tasca non fermarti con sconosciuti e non farti distrarre.

6) Se subisci una truffa non vergognarti di parlarne con altre persone e non sentirti in colpa, sono cose che succedono.

7) Fai sempre e comunque la denuncia di quanto accaduto; con il tuo aiuto eviteremo altre truffe.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2012 alle 14:06 sul giornale del 21 agosto 2012 - 1760 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia, anziani, ancona, truffe, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/CXf





logoEV
logoEV