counter

Ancona: furti in via Pesaro ed in via Posatora, fermati sei 'topi di appartamento'

Polizia di Stato generico 3' di lettura 13/08/2012 - Furti in via Pesaro ed in via Posatora ad Ancona, fermati sei 'topi di appartamento' che stavano mettendo a segno il colpo. Ecco i consigli 'antifurto' della Polizia dorica.

Due episodi distinti verificatisi tra tardo pomeriggio e la sera di domenica e prontamente bloccati dagli Agenti delle Volanti della Questura di Ancona, impegnati nella vigilanza e controllo del territorio in particolare nelle zone più critiche ed isolate. In totale i poliziotti di Ancona hanno fermato e denunciato ben sei persone in un solo giorno trovate in possesso di arnesi da scasso. Gli episodi si sono verificati sia in via Pesaro che via Posatora.

Il primo si é verificato verso le 18.30. Gli Agenti di zona notano una giovane donna di origini rom nei pressi dell'ingresso di un condominio di Via Pesaro. Poco dopo, nell'atrio, si identificano altre due rom, una diciassettenne, trovandole in possesso di un paio di cacciaviti e schede plastificate simili a lastre radiografiche. Le tre donne, tutte con precedenti per reati contro il patrimonio. Per loro nulla da fare, per loro, dopo essere state accompagnate in Questura, scatta la denuncia. L'accusa é possesso ingiustificato di oggetti da scasso. La minore, ivece, è stata affidata ai Servizi sociali minorili del Comune di Ancona.

Poco più tradi, verso le 21.45. I poliziotti delle Volanti notano, questa volta in via Posatora, una macchina sospetta che si aggirava nel quartiere. E' così che venivano identificati tre uomini: un romeno, un ascolano ed un sanbenedettese. Tutti giovanissimi di età comprese tra i 26 e 30 anni. Una volta fermati e perquisiti gli agenti li hanno trovati in possesso di cacciaviti ed altri oggetti da scasso, poi sequestrati. Anche per loro, dunque, scatta l'accompagnamento in Questura e la denuncia all'Autorità Giudiziaria.

Anche in questo fine settimana gli Agenti delle Volanti, in collaborazione con l'Esercito Italiano, sono stati impegnati fino a tarda notte nella perlustrazione della città soprattutto nelle zone della Stazione, Piano S.Lazzaro, Archi, Palombella e Passetto. Messi in atto numerosi posti di controllo: fermate una quarantina di veicoli ed identificate una ottantina di persone. Né mancano multe per violazione al codice della strada per mancanza di copertura assicurativa, cinture di sicurezza, patenti scadute ecc...


La Polizia di Stato dorica ci regala in pillole alcuni consigli su come difendersi dai furti in abitazione, ecco quali:

per brevi periodi di assenza:

• Lascia qualche luce accesa, la radio o il televisore in funzione. • Chiudi sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti. • Ricorda che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c'è nessuno. • Se hai oggetti di valore che devi lasciare in casa fotografali. In caso di furto sarà più facile ricercali. • Sensibilizza anche i vicini affinché sia reciproca l'attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell'appartamento.In caso non esitare a chiamare il 113. • Se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall'interno, non entrare potresti scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Non fare l'eroe e chiama il 113

Per lunghi periodi:

• Non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze. • Installa, se ti è possibile, un dispositivo automatico che accenda le luci, la radio, la televisione ad intervalli di tempo. • Evita che si accumuli posta nella cassetta delle lettere chiedendo a un vicino di ritirarla. • Non divulgare la data del tuo rientro e non dare informazioni specifiche sulla tua assenza, ne tramite segreteria telefonica.






Questo è un articolo pubblicato il 13-08-2012 alle 16:49 sul giornale del 14 agosto 2012 - 1753 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, polizia, ancona, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/CNY





logoEV
logoEV