counter

Incontro giunta regionale - Confindustria: istituiti cinque tavoli tecnici

3' di lettura 01/08/2012 - Cinque tavoli politici bilaterali per affrontare insieme la crisi e costruire un futuro di crescita e sviluppo. E’ questo il metodo di lavoro e collaborazione concordato a Palazzo Raffaello tra la giunta della Regione Marche presieduta dal presidente Gian Mario Spacca e il direttivo di Confindustria Marche guidato dal presidente Nando Ottavi.

Le parti dopo aver analizzato gli indicatori economici attuali e le proiezioni per i prossimi anni, hanno convenuto sul fatto che la crisi economica al momento incombe in tutta la sua gravità e non risparmia nessuno e la sfida che le Marche devono affrontare in questo difficile contesto è quella del rigore e dello sviluppo per trasformare gli svantaggi in opportunità. Le basi ci sono: le Marche infatti resistono nonostante la crisi e continuano ad essere la prima Regione in Italia per vocazione produttiva e imprenditorialità. Per superare questa complicatissima fase però, è necessaria la massima collaborazione e la migliore sinergia dell’intero sistema inteso come istituzioni, associazioni di categoria e Camere di Commercio, soprattutto nel sostegno all’internazionalizzazione e alla innovazione delle imprese per garantire la competitività e di conseguenza la tutela dell’occupazione e della coesione sociale.

Regione e Confindustria hanno quindi condiviso la necessità di continuare nel metodo del confronto cadenzato e costante attraverso cinque tavoli dedicati a cinque priorità assolute: innovazione, internazionalizzazione, infrastrutture, finanza, formazione. “Siamo in una fase ancora molto difficile per l’economia – ha commentato Spacca - Il 2012 e il prossimo triennio si preannunciano duri. E’ dunque necessario proseguire nell’azione di riorganizzazione e ristrutturazione di uno dei sistemi economici e produttivi più importanti del Paese, con ancora più fermezza e velocità. Accompagnare i tavoli tecnici già esistenti sui cinque fattori prioritari per l’impresa e il lavoro, con tavoli di confronto che abbiano un profilo politico significa agire con ancor più concretezza e incisività”. “Esprimo soddisfazione – ha detto il presidente Ottavi – per la decisione di istituire i cinque tavoli. Avevamo chiesto questo incontro per analizzare la difficile situazione economica e l’impatto sulle nostre imprese ma, ovviamente, non pensavamo di risolvere tutti i problemi in un giorno. Accogliamo quindi con favore la proposta avanzata dal presidente Spacca per affrontare i problemi e dare risposte al nostro territorio”.

Ai singoli tavoli per la Regione parteciperanno gli assessori competenti in materia. Il presidente Spacca sarà al tavolo della internazionalizzazione. All’incontro hanno partecipato anche: Francesco Mascarucci presidente Comitato Reg.le Giovani Imprenditori e vicepresidente Confindustria Marche; Giuseppe Casali presidente Confindustria Ancona; Bruno Bucciarelli presidente Confindustria Ascoli Piceno; Andrea Santori presidente Confindustria Fermo; Sandro Bertini presidente f.f. Confindustria Macerata; Claudio Pagliano presidente Confindustria Pesaro Urbino; Paola Bichisecchi direttore Confindustria Marche; Filippo Schittone direttore Confindustria Ancona; Luigi Jannucci direttore Confindustria Macerata; Giuseppe Tosi direttore Confindustria Fermo; Salvatore Giordano direttore Confindustria Pesaro Urbino.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2012 alle 17:58 sul giornale del 02 agosto 2012 - 1424 letture

In questo articolo si parla di regione marche, economia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Cm5





logoEV
logoEV