Atletica: ad Abbadia di Fiastra il campionato italiano di campestre

21/07/2012 - Il Consiglio Federale ha definito la sede per i Campionati italiani individuali di corsa campestre del prossimo anno: si sono svolti nella splendida cornice di Abbadia di Fiastra, domenica 10 febbraio 2013, con l’organizzazione affidata all’Atletica Avis Macerata.

La Riserva naturale Abbadia di Fiastra comprende ben 1825 ettari di terreni e si trova nel cuore delle Marche, tra i comuni di Tolentino e Urbisaglia, nella bassa valle del Chienti: sarà quindi un evento che coinvolgerà la provincia di Macerata. La zona è di notevole importanza dal punto di vista paesaggistico ma anche storico e archeologico, per la presenza di un antico monastero cistercense, fondato nel XII secolo: l’Abbazia di Chiaravalle di Fiastra, costruita impiegando materiali provenienti dai resti della città romana di Urbs Salvia, e tuttora abitata dai monaci. Ed è comunque facilmente raggiungibile, a pochi minuti dall’uscita della superstrada.

Quest’anno Abbadia di Fiastra ha ospitato il campionato regionale individuale di corsa campestre per le categorie ragazzi (under 14) e cadetti (under 16), valido come 2° Cross della Selva. Nella prossima stagione accoglierà quindi il massimo appuntamento del calendario nazionale, per assegnare in tutto 8 maglie tricolori, in particolare quelle assolute, oltre ai titoli italiani delle categorie giovanili: promesse (under 23), juniores (under 20) e allievi (under 18), sia al maschile che al femminile. Sarà l’edizione numero 98 della rassegna, per la terza volta nelle Marche, dopo il 1967 (Ascoli Piceno) e il 2009 (Porto Potenza Picena).

L’Atletica Avis Macerata ha già organizzato manifestazioni nazionali di corsa campestre: nel 2006 infatti al parco di Rotacupa si è svolto il Campionato italiano per società, preceduto dai Campionati italiani master (2002 e 2005) e dal Criterium nazionale cadetti e Gran Premio Militare del 1996. Il club biancorosso, guidato dal presidente Arnaldo Porro, si prepara quindi ad allestire l’evento: “Intendiamo coinvolgere un ampio pool organizzativo - spiega il direttore tecnico Franco Lorenzetti - per comprendere la Regione Marche, la Provincia di Macerata e i Comuni di Macerata, Tolentino e Urbisaglia, insieme alla Fondazione Giustiniani Bandini che gestisce la Riserva naturale e a Banca Marche, oltre naturalmente a tutte le strutture territoriali dell’Avis”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2012 alle 14:40 sul giornale del 23 luglio 2012 - 2576 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche