Ancona: fiere troppo care, Confartigianato organizza un'assemblea

Fiera di Sant'Agostino 2' di lettura 15/07/2012 - Costi di partecipazione alle Fiere alle stelle. Ambulanti di tutta la regione sul piede di guerra. Lunedì 16 luglio si riuniranno in una assemblea organizzata dalla Confartigianato alle ore 17.30 presso il Palarossini di Ancona. In dubbio la partecipazione alla Fiera di Sant’Agostino di Senigallia, casus belli della vicenda.

Stop agli esorbitanti costi di partecipazione alle Fiere. Ambulanti sul piede di guerra e pronti da tutta la Regione a far sentire le proprie ragioni lunedì 16 luglio quando si riuniranno in una assemblea organizzata dalla Confartigianato alle ore 17.30 presso il Palarossini di Ancona.

Il “casus belli” è la Fiera di Sant’Agostino di Senigallia del 27/30 Agosto. Nel corso dell’incontro gli ambulanti decideranno se partecipare o meno. Il canone di partecipazione proposto dal Comune è difatti inaccettabile. “L’Amministrazione Comunale – lamentano gli ambulanti – dopo diversi incontri ci ha proposto per un posteggio di circa 40 metri quadri un costo complessivo di circa € 655,00. Se consideriamo che, al costo del posteggio, dobbiamo aggiungere quelli del carburante, dell’autostrada, dei pasti, dei pernotti e di una eventuale persona aiuto - banco, la partecipazione alla Fiera di Sant’Agostino ci costerà circa € 1.400/1.800. Ma riusciremo a vendere tanto da coprire le spese sostenute?

Gli ambulanti sono spaventati da questo interrogativo e temono di non farcela. La Fiera, a queste condizioni, rischia di essere un investimento in sola perdita e, nonostante i ripetuti appelli, il Comune non ha dimostrato alcuna volontà di ritoccare il canone. La Fiera di Senigallia è solo il “casus belli” di un problema diffuso su tutto il territorio.

Occorre reagire subito – dichiara Confartigianato - a livello provinciale e regionale. Gli ambulanti non sono più disposti ad accollarsi costi così penalizzanti. Dall’incontro di lunedì, cui sono invitati principalmente gli ambulanti interessanti a partecipare alla Fiera di Sant’Agostino, ma è aperto a tutta la categoria, emergerà la presa di posizione netta del settore non solo in riferimento alla situazione specifica di Senigallia, ma per tutto il territorio. Faremo capire ai Sindaci con atti concreti che gli operatori del commercio in forma itinerante non sono “bancomat“ dove poter prelevare denaro al proprio bisogno. Pertanto, stante l’attuale situazione, pur nella considerazione dell’importanza di tale manifestazione, inviteremo gli ambulanti a non partecipare alla Fiera di Sant’Agostino”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2012 alle 16:09 sul giornale del 16 luglio 2012 - 1618 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, economia, ancona, fiera di sant'agostino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BDY