Biogas a Monteschiantello: tra regione e comune di Fano è ancora battaglia

3' di lettura 29/06/2012 - La conferenza di servizi sull'impianto a biogas di Monteschiantello è stata aggiornata a venerdì prossimo. Questo è il resoconto finale portato a casa dall'Assessore all'Ambiente Luca Serfilippi e dal Sindaco Margherita Pedinelli insieme al Dirigente Fossi e all'Avv. Mazzi. Slitta così la decisione definitiva della Regione Marche sul secondo impianto previsto nel comune di Fano.

Motivo dello stlittamento sono le tre integrazioni chieste dai Comuni rispetto a:

1- mancanza titolo di disponibilità a realizzare l'impianto sul terreno da parte del proprietario;
2- non rispetto della fascia di rispetto del fosso li a fianco. Dall'esame del progetto sembra che lo rispetti, ma da un esame più approfondito fatto dal Comune di San Costanzo non lo è, in quanto il PRG di Fano sembra non completamente corretto;
3- il piano di dismissione dell'impianto risulta carente e incompleto.

Oltre a questi tre elementi, per il quale l'Ing. Calvarese ha chiesto di prolungare la riunione di questa mattina a venerdì prossimo, il Comune di Fano aveva espresso tante altre preoccupazioni e integrazioni, che la Regione Marche ha puntualmente snobbato, tirando dritto.

Una riunione dai toni accesi sin dall'inizio. Il comune di Fano, ha chiesto immediatamente il verbale della seduta di ieri riguardante l'impianto di Tombaccia e la verbalizzazione contestuale della seduta odierna. L'Ing. Calvarese ha risposto che il primo verrà inviato al comune nei prossimi giorni, senza specificare il contenuto e la data di invio, mentre il verbale della seduta odierna è stato redatto come quello di ieri, ovvero trascritto a pezzi e dettato da Calvarese come e quando voleva lui, con le parole sue, travisando quello che i rappresentanti fanesi facevano notare.

Alché l'Assessore all'Ambiente Luca Serfilippi, dopo non meno di 10 minuti ha chiamato immediatamente le forze dell'ordine, che impossibilitate a giungere sul posto hanno delegato a due guardie giurate della Regione Marche il compito di vigilare per tutta la durata della Conferenza di Servizi.

"Scene mai viste - così l'assessore Luca Serfilippi ha commentato l'incontro - dove rappresentanti regionali commettono una miriade di errori, non ultimo quello di prolungare questa conferenza di servizi al posto di indirne una nuova per la prossima settimana. Sembra che nella forma non cambi nulla, ma nella sostanza cambia eccome, perché guarda caso domani scadeva una parte di incentivi per la realizzazione di questi impianti".

"Continueremo a batterci portanto avanti anche le altre istanze da noi oggi presentate, ma che ancora una volta non sono state ascoltate dalla Regione. Comunque ci rivolgeremo a tutti gli organi competenti per arrivare fino in fondo a questa vicenda, sulla quale tante cose non tornano. Ringrazio l'Avv.to Mazzi e il Sindaco Pedinelli per la loro presenza, a differenza della Provincia che nonostante il suo parere scritto, anche oggi era assente".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2012 alle 21:26 sul giornale del 30 giugno 2012 - 2128 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, comune di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/A1P





logoEV