counter

Senigallia: 'Si può fare', al Caterraduno 2012 il corso di Matteo Maserati su come superare le proprie paure

Caterraduno 2012 3' di lettura 26/06/2012 - “Si può fare”, con questo incoraggiamento divenuto il tormentone della seconda diretta radiofonica su Caterpillar A.M. in onda su Radio 2, i conduttori Filippo Solibello, Benedetta Tobagi, Marco Ardemagni e Cinzia Poli hanno incitato e caricato i cinque spettatori del Caterraduno 2012 protagonisti di una prova 'fisica e di coraggio' ma non solo.

Cinque persone selezionate tra il numeroso pubblico presente alla Rotonda a Mare, definita da Marco Ardemagni e Filippo Solibello la 'Nave da crociera sulla Spiaggia di Velluto, si sono infatti cimentate in una prova in mare con Matteo Maserati mirata al superamento delle proprie paure.

Maserati, che tutte le mattine tiene un corso radiofonico sul tema della paura e di come questa possa essere superata, ha organizzato la prova in tre sezioni: la prova di rilassamento, condizione necessaria per affrontare qualsiasi tipo di prova e paura, la prova stessa che in questo caso consisteva nell'entrare in acqua senza esitazione, nonostante la temperatura bassa e il vento, camminare in avanti senza fermarsi fino all'altezza del collo e la celebrazione della prova superata.

Nello svolgimento di una prova e nel tentativo di superare una prova è fondamentale rilassarsi per avere la lucidità e la concentrazione giusta- sottolinea Matteo Maserati- E soprattutto è importante celebrare il risultato finale. Anche se una prova può sembrare banale, non lo è mai. Il fatto di superarla va celebrato per acquistare maggiore sicurezza e consapevolezza”. E così è stato per i cinque utenti del Caterraduno 2012 che, perplessi e preoccupati prima della prova, si sono trovati ad essere carichi e forti subito dopo.

Ma la diretta radiofonica di Caterpillar A.M., che anticipa la pomeridiana (ore 18-19:30) dalla spiaggia libera del Ponterosso, ha visto martedì anche un altro ospite d'eccezione, il meteorologo Luca Lombroso. Con l'augurio che ci sia più sole per tutti, il meteorologo ha sorpreso tutti i presenti con l'annuncio di una data significativa dal punto di vista del meteo. “Oggi, martedì 26 giugno, abbiamo raggiunto il maggior numero di giorni caldi, ovvero superiori ai 30 gradi, consecutivi rispetto a quelli freddi (sotto lo zero) registrati nel 2012- annuncia”.

Niente di più adatto per introdurre il tema del dibattito che i conduttori di Caterpillar hanno affrontato con ironia e comicità con il pubblico presente: 'Si soffre di più il caldo o il freddo?'. Divertenti e curiose le risposte, come quella di una coppia di turisti che hanno confessato in diretta Rai: “Io soffro il caldo e lei, mia moglie, il freddo così abbiamo organizzato anche il letto secondo questa differenza- dice il turista- Il letto ha metà materasso in lana e metà in cotone così come la coperta. Da una parte mettiamo quella pesante e dall'altra quella leggera”. “Una grande prova d'amore”- commentano Solibello e Ardemagni che grazie 'all'applausometro' del tecnico Ardemagni hanno decretato il verdetto. Gli spettatori del Caterraduno soffrono di più il freddo (59,12%) del caldo (40,88%).

“Tutto si può fare” nella vita se si affronta nel modo giusto e con gli accorgimenti necessari. Il messaggio finale annunciato da Ardemagni e Solibello nella seconda mattinata del grande evento.








Questo è un articolo pubblicato il 26-06-2012 alle 14:52 sul giornale del 27 giugno 2012 - 2378 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sudani Alice Scarpini, caterraduno 2012

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/AQ3





logoEV
logoEV