counter

Italia Longeva si presenta ad Ancona, l’intervento del presidente della Regione Spacca

Italia Longeva 2' di lettura 14/06/2012 - “Le Marche hanno voluto fortemente dare vita a Italia Longeva. Abbiamo spinto il Ministero della Salute, allora guidato dal ministro Fazio, a collaborare in maniera decisa e determinata su questo sentiero che per noi è strategico. Volevamo trasformare la minaccia dell’invecchiamento nella regione con la più alta speranza di vita in Italia, in una grande opportunità, puntando sulla longevità attiva ovvero sull’autonomia dell’anziano o, meglio, del longevo”.

Lo ha detto il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, oggi nel suo intervento alla presentazione di Italia Longeva ad Ancona. “Al primo punto di questa strategia – ha detto - c’è l’Inrca. Una risorsa che si stava perdendo, dopo anni di commissariamento, e che non veniva qualificata come avrebbe potuto. L’Inrca è l’unico centro italiano specializzato sui temi dell’invecchiamento. Sono state quindi reperite le risorse per la realizzazione della nuova sede che sarà anche quella di Italia Longeva. La gara per l’assegnazione dei lavori si è conclusa, c’è una graduatoria che in questo momento è al vaglio per la verifica dei requisiti di autocertificazione. Andremo a breve all’aggiudicazione e presto potranno partire lavori che dovranno essere completati entro fine 2014”.

Spacca ha sottolineato come il tema della longevità non è solo di carattere sanitario, ma riguarda gli stili di vita, nuovi modelli di comportamento che potranno definire altri progetti innovativi per far fronte alle esigenze degli anziani. “Il sistema produttivo regionale – ha aggiunto - è chiamato a raccolta per partecipare alla riflessione su questa nuova fascia di bisogni e definire prodotti e servizi che possono aiutare il longevo a vivere meglio e più autonomamente. E’ stato quindi avviato, accanto al nuovo Inrca, il progetto regionale della casa intelligente, che si collega a tutto il network internazionale delle conoscenze sul tema dell’anziano. Accanto al network si costituisce un laboratorio che adatta le conoscenze per realizzare dei prototipi che vengono poi sperimentati, in un sistema di housing sociale, direttamente dagli stessi anziani”.

“Grandi opportunità – ha aggiunto Spacca – sono poi offerte dall’Europa. Attraverso Svim la Regione Marche partecipa a un progetto transnazionale che coinvolge altri quattro Paesi europei (Finlandia, Turchia, Francia e Regno Unito) e di cui l’Inrca è partner. Siamo inoltre riusciti a ottenere l’inserimento nel bando nazionale sui distretti industriali di quello sulla longevità attiva e nel prossimo bando sulle smart city una sezione sarà dedicata proprio a questo tema”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2012 alle 15:52 sul giornale del 15 giugno 2012 - 1559 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Aoc





logoEV
logoEV