counter

Centrali biogas, il presidente Solazzi e i capigruppo incontrano i comitati

1' di lettura 12/06/2012 - “I processi relativi alla realizzazione di impianti a biogas sono destinati a crescere, dobbiamo farcene una ragione. Sono convinto però, e dunque sposo appieno la vostra causa, che tali processi vadano governati. Dobbiamo cercare con impegno e serietà di conoscere e valutare gli impatti sul territorio e normare la materia perché la realizzazione di impianti a biogas non può essere lasciata alla casualità”.

E' l'impegno del presidente dell'Assemblea legislativa , Vittoriano Solazzi, che questa mattina, prima dell'inizio dei lavori consiliari, ha incontrato, insieme ai capigruppo in Consiglio, otto comitati territoriali contro la realizzazione di centrali biogas. I comitati – hanno partecipato all'incontro quelli di Camerata Picena, Montegiorgio, San Paterniano di Osimo, Fano, Matelica, Montefelcino, Mombaroccio e Capparuccia di Fermo – hanno illustrato ai consiglieri regionali le proprie preoccupazioni e chiesto percorsi più trasparenti e maggiore partecipazione dei territori alle scelte in materia di impianti a biogas.

Urgente, secondo i rappresentanti degli otto comuni, una moratoria sui procedimenti in corso - in tal senso è stata anche consegnata la petizione popolare per la sospensione dell'autorizzazione a costruire una centrale nel comune di Camerata Picena - e nuovi strumenti normativi per gestire gli iter di autorizzazione delle centrali di produzione di energia da biogas nella nostra regione.






Questo è un articolo pubblicato il 12-06-2012 alle 15:18 sul giornale del 13 giugno 2012 - 1290 letture

In questo articolo si parla di marche, Assemblea legislativa delle Marche, centrali biogas

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ahk





logoEV
logoEV