counter

Legacoop Marche incontra Irene Pivetti

3' di lettura 10/06/2012 - Favorire lo sviluppo e l’attuazione nelle Marche del progetto delle cooperative di comunità per rendere più agevole il vivere nei territori decentrati e nei piccoli borghi.

È l’obiettivo del confronto che si è svolto fra Irene Pivetti, presidente della Fondazione Ltbf-Learn To Be Free, e il presidente di Legacoop Marche, Mauro Angelini.

Nell’incontro, cui ha partecipato anche la struttura della Centrale cooperativa, nella sede di Ancona, si è discusso della comune volontà di favorire, allo stesso tempo, l’occupazione e l’attrattività sociale e turistica del territorio di queste aree.

I piccoli Comuni, infatti, rappresentano un presidio essenziale per la tenuta strutturale, culturale e sociale del Paese e della regione soprattutto in un momento di crisi ambientale ed economica come quell’attuale. Nelle Marche sono 172 i piccoli centri, con meno di 5 mila abitanti, che costituiscono il 54% del territorio regionale, in cui risiede il 23% della popolazione.

È nei piccoli Comuni – ha affermato Angelini – che si concentra un potenziale di rilancio economico e sociale, vero e proprio “laboratorio d’innovazione e sviluppo” per il quale abbiamo l’obbligo di impegnarci tutti al fine di associarvi qualità della vita e integrazione con i servizi essenziali della persona. Da questo primo incontro, auspichiamo che nasca una comune progettualità su questi temi”.

La Fondazione Ltbf-Learn To Be Free, ha fra i suoi scopi, quello di creare opportunità di lavoro per le persone in difficoltà dal punto di vista economico, sociale e culturale, con una particolare attenzione verso le donne. Ltbf, inoltre, sostiene e supporta iniziative che aiutano, chi è alla ricerca di un lavoro, ad individuare e sviluppare le possibilità reali esistenti sul mercato che possano risolvere il suo stato di necessità.

La Fondazione – ha ricordato la Pivetti - sostiene anche le imprese, attraverso la sua rete di relazioni istituzionali, nel contribuire allo sviluppo delle attività solidali e al rafforzamento del proprio business grazie ad un dinamico marketing sociale e all’incontro con nuove occasioni”.

Un progetto riguarda anche la Cina, con Only Italia, “dove cerchiamo di promuovere opportunità di sviluppo – ha aggiunto la Pivetti – per le piccole e medie imprese attraverso lo strumento del contratto di rete, che ci ha già permesso di aggregare 70 aziende e di avere 250 richieste in attesa di valutazione”.

Dalla collaborazione di questi due soggetti può, quindi, nascere un’occasione per lo sviluppo delle cooperative di comunità, un progetto sostenuto da Legacoop nazionale, che punta alla valorizzazione dei grandi capitali di cui è ricco il Paese, ossia il capitale umano e il patrimonio culturale, ma anche di promuovere opportunità di crescita per le coop e le pmi.

All’incontro ha partecipato anche Luigi Quarchioni, presidente di Legambiente Marche, che ha ribadito l’importanza della valorizzazione dei piccoli Comuni, tematica su cui l’associazione conduce da anni una specifica campagna.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-06-2012 alle 15:54 sul giornale del 11 giugno 2012 - 1426 letture

In questo articolo si parla di economia, legacoop, cooperative, irene pivetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/AcR





logoEV
logoEV