counter

La certificazione per il turismo sostenibile arriva nelle Marche: capofila il parco del Conero

3' di lettura 06/06/2012 - Le Marche saranno la seconda regione d'Italia (dopo la Puglia) a ottenere la certificazione europea “Cets” per il turismo sostenibile, un progetto che vede come capofila l'Ente Parco del Conero in collaborazione con Europarc Federation e Federparchi.

In cinque anni l'area protetta del Conero arriverà all'ottenimento di quest'ambita certificazione attraverso la realizzazione di buone pratiche che vedono in campo una efficace collaborazione tra pubblico e privato e che permetterà una migliore gestione del territorio per lo sviluppo del turismo sostenibile.

La novità è stata presentata mercoledì mattina a Palazzo Raffaello alla presenza del commissario dell'Ente Parco del Conero Lanfranco Giacchetti, del presidente di Federparchi Marche Fabrizio Giuliani, del commissario del parco Sasso Simone e Simoncello Carlo Zaia, del commissario del parco San Bartolo Domenico Balducci, dell'assessore regionale all'Ambiente Sandro Donati, della responsabile Cets di Federparchi Stefania Petrosillo.

“Questo non è la solita certificazione - ha detto Giacchetti- ma un metodo, uno stile di vita che mette in rete le eccellenze a livello europeo. Il turismo è il secondo motore economico della nostra regione, per raggiungere gli obiettivi di crescita strategica in questo settore dobbiamo lavorare tutti insieme, enti locali, istituzioni e operatori. Il turista oggi è sempre più attento all'ambiente e alla sostenibilità e non è un caso se il turismo green continui nonostante la crisi a far guadagnare presenze”.

Giacchetti ha anche lanciato un allarme contro il rischio di un'eccessiva antropizzazione ed edificazione sul territorio del Conero. “La Regione ha investito molto sui parchi - ha ricordato l'assessore Donati- con uno stanziamento pari a quello degli scorsi anni. Nonostante le difficoltà non abbiamo tagliato risorse”. “La forte crisi economico finanziaria mette in discussione i principi tradizionali della crescita -ha sottolineato Giuliani- bisogna compiere un salto di qualità con un modello economico basato sui capisaldi della natura e della tutela ambientale”.

“Il turismo deve essere un alleato e non un nemico della conservazione della biodiversità - ha specificato Petrosillo- i parchi che hanno ottenuto la certificazione Cets sono 89 in Europa e molti altri hanno intrapreso l'iter per il riconoscimento”. I progetti messi in campo per l'ottenimento della Carta Cets sono volti all'ottimizzazione delle risorse naturali con l'obiettivo primario di tutelare il patrimonio naturale e culturale, migliorare la gestione del turismo nell'area protetta a favore dell'ambiente, della popolazione, delle imprese e dei visitatori.

Da parte sua Federparchi svolge un ruolo di consulenza e supporto per il processo di candidatura della Cets, garantendo la condivisione di buone pratiche già messe in atto da altre aree protette sia italiane che europee. Lo stesso percorso del parco del Conero è stato già intrapreso nella nostra regione anche dai parchi regionali Simone e Simoncello, Gola della Rossa e Frasassi e San Bartolo, dopo un confronto avvenuto lo scorso 29 maggio durante il congresso nazionale Federparchi in Toscana.

Tra i principi sanciti dalla Carta c'è quello di lavorare in partnership, elaborare e realizzare una strategia e un piano d'azione di lungo periodo per l'area protetta, in collaborazione con gli attori del territorio. Non a caso erano presenti oggi anche rappresentanti politico istituzionali come l'assessore al Turismo del Comune di Ancona Andrea Nobili, il sindaco di Numana Marzio Carletti, l'assessore al Turismo Rosalba Compagnucci, il presidente dell'associazione Riviera del Conero Carlo Neumann, la presidente dell'associazione albergatori del Conero Anna Maria Ciccarelli, il presidente di Confesercenti Marche Giancarlo Gioacchini, rappresentanti dell'associazione agricoltori e del Cai, il presidente di Legambiente Marche Luigino Quarchioni






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2012 alle 17:29 sul giornale del 07 giugno 2012 - 1553 letture

In questo articolo si parla di attualità, parco del conero, turismo sostenibile, federparchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/z4o





logoEV
logoEV