counter

Ancona: in fiamme lo stabilimento da Romano, danni per 300mila euro

1' di lettura 04/06/2012 - Fiamme allo stabilimento balneare da Romano a Palombina nuova nella notte. Forse un cortocircuito: danni ingenti per circa 300mila euro. Si va concretizzando l'ipotesi, confermata al 90% dai Carabinieri di Ancona, che si tratti di cause accidentali.

All'origine dell'incendio, sviluppatosi lunedì alle due di notte, il probabile malfunzionamento di un frigorifero o forse un corto circuito. Le fiamme, appunto, partite dal un frigorifero avrebbero avvolto anche le stanze limitrofe: cucina, alcune cabine ed un magazzino. Sul posto sono intervenuti per spegnere l'incendio i Vigili del fuoco, mentre i Carabinieri hanno provveduto ad aprire un'indagine.


Chiuso in via precauzionale anche l'ascensore comunale nei pressi della SS16 per la spiaggia. Danni ingenti per il titolare dello stabilimento da Romano, si parla di quasi 300mila euro.

Si va via via confermando che l'incendio non sarebbe doloso. Ora i Carabinieri attendono la relazione dei Vigili del Fuoco, ma al 90% si conferma che l'incendio sarebbe dovuto a cause accidentali. Resta solo il fatto, di qualsiasi origine d'incendio si tratti, che il prezzo da pagare per lo stabilimento in questione sarà molto alto.






Questo è un articolo pubblicato il 04-06-2012 alle 15:47 sul giornale del 05 giugno 2012 - 1279 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zVK





logoEV
logoEV