counter

Marche endurance lifestyle: il villaggio internazionale a Marcelli di Numana

4' di lettura 01/06/2012 - La “capitale” di Marche Endurance Lifestyle sarà il villaggio internazionale che sorgerà a Marcelli di Numana, all’interno di un’area vergine che si estende alla foce del torrente Musone fra un canneto incontaminato e le caratteristiche dune create dal morbido ondeggiare dell’Adriatico.

Un allestimento progettato non solo per accogliere le centinaia di spettatori curiosi di conoscere il fascino del cavallo, ma anche per essere teatro di quattro giorni da vivere all’insegna del piacere di stare insieme.

La cornice sarà mozzafiato. Sarà quella della Riviera e del Parco del Conero, luoghi ideali per affermare ulteriormente la cultura dell’incontro fra popoli e culture all’insegna di un invidiabile connubio fra sport, economia, relazioni internazionali e orgoglio di mettere in vetrina le proprie eccellenze. Vivrà di queste sensazioni il villaggio internazionale di Marcelli, uno spazio a completa disposizione di cavalli, cavalieri, ospiti, visitatori, addetti ai lavori e appassionati, che saranno tutti protagonisti di Marche Endurance Lifestyle.

L’area più vasta del villaggio internazionale sarà quella dedicata ai binomi impegnati nella Conero Endurance Cup: per loro, accoglienti e funzionali scuderie, un ampio cancello veterinario dove verranno effettuati i controlli dei cavalli prima e durante le gare, nonché la zona destinata e alla partenza e all’arrivo dei concorrenti.

Altrettanto accogliente sarà poi il Pony village, l’area creata appositamente per i bambini, per consentire loro di fare la conoscenza con i cavalli, vivere l’esaltante esperienza del “battesimo della sella” e scoprire così un nuovo amico con il quale magari condividere una nuova esperienza sportiva.

L’allestimento del villaggio internazionale sarà completato dall’Arabian Lounge, posizionata proprio sulla spiaggia e realizzata all’insegna dell’eleganza, in un ambiente di ispirazione araba, speciale e raffinato per accogliere ospiti e visitatori in un’atmosfera speciale e suggestiva.

A completare questa originale “cittadella dell’endurance”, una serie di stand espositivi istituzionali e di servizio, oltre alla tenda a disposizione della famiglia reale Al Maktoum, una struttura di 700 metri quadrati che fungerà da quartier generale della squadra degli Emirati Arabi Uniti.

Il Villaggio Internazionale sarà anche teatro di un fantastico spettacolo, che domenica regalerà emozioni speciali agli spettatori, proprio grazie ai cavalli e a un gruppo di professionisti, che dell’arte dell’addestramento e di evoluzioni altamente scenografiche fanno da anni il proprio fiore all’occhiello. Alle 10,30 e alle 17, l’arena principale del villaggio sarà infatti teatro di “Equus Sacer”, il grande spettacolo di Silvia Elena Resta che regalerà agli spettatori di Marche Endurance Lifestyle un motivo in più per amare i cavalli.

IL PONY VILLAGE

Al “Pony Village” i bambini avranno la possibilità di essere protagonisti dell’esaltante “battesimo della sella”, un momento speciale, che consentirà loro di scoprire e apprezzare un amico fedele, un animale unico come solo il cavallo sa essere. Proprio per questo verrà allestito un percorso didattico lungo il quale istruttori federali e operatori professionisti illustreranno ai bambini le caratteristiche fondamentali di uno dei compagni più antichi, nobili e fidati dell’uomo.

I giovani provetti cavalieri, insieme alle proprie famiglie, potranno vivere così delle giornate uniche a diretto contatto con il mondo equestre e, nell’occasione specifica, con un ambiente sano in cui la natura – in un periodo invidiabile come quello fra fine primavera e inizio estate – si regala in tutta la propria bellezza. “Pony & Bimbi” e il conseguente “battesimo della sella” consentiranno ai più piccoli di compiere il primo passo nel mondo di una disciplina sportiva, l’equitazione, individuata e unanimemente riconosciuta dai più come uno degli sport più indicati per il corretto sviluppo psico-motorio del bambino in cui il gioco riveste un ruolo benefico sulla crescita. La posizione a cavallo, con la colonna vertebrale eretta, le spalle indietro, il bacino in avanti, aiuta infatti a evitare atteggiamenti e posizioni scorrette in fatto di postura e di psicomotricità generale.

L’equitazione in sé, del resto, prevedendo un’esperienza che va ben al di là del puro gesto motorio ma interessa anche la cura e il governo dell’animale prima e dopo l’attività sportiva vera e propria, favorisce il senso di responsabilità e il controllo delle proprie emozioni. In questo senso rappresenta un’opportunità di crescita molto formativa dal momento che il cavallo dà i ragazzi la possibilità di essere a contatto con un essere diverso da loro, che bisogna conoscere, imparare a rispettare, ad accudire e al quale voler bene. Il cavallo diventa così un amico vero, capace di trasmettere ai più giovani valori sani, utili per la crescita e la formazione del carattere anche al di là del puro gesto ludico-sportivo. I pony sono cavalli piccoli con i quali i bambini possono creare un rapporto di stima e fiducia. Montare un pony aiuta il bimbo a diventare sicuro e autonomo, perché ha la possibilità di gestirlo senza fatica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2012 alle 14:54 sul giornale del 04 giugno 2012 - 1308 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zQv





logoEV
logoEV