Serra San Quirico: la Resistenza raccontata dalla staffetta partigiana Elia Lucarini

elia lucarini 2' di lettura 26/04/2012 - Per il 67° anniversario della Liberazione i ragazzi della XXX Rassegna Nazionale di Teatro della Scuola hanno ascoltato il racconto della centenaria che rappresenta un pezzo di storia della città.

“Ai giovani dico che dovete stare uniti, non bisticciate, raccontate le vostre idee, ragionate l’uno con l’altro, perché voi dovete continuare la vita. Voi dovete far capire agli adulti che prima bisogna lavorare e poi pagare le tasse”. Così Elia Lucarini, la staffetta partigiana di 101 anni che il 25 aprile ha raccontato ai giovani della XXX Rassegna Nazionale di Teatro della Scuola, cos’è stata la Resistenza. Una bella lezione di vita, che si è tenuta nel teatro palestra dove in questi giorni si stanno esibendo ragazzi provenienti da 38 scuole d’Italia. Con Elia Lucarini c’erano il presidente dell’Associazione Teatro Giovani, Fabrizio Giuliani, la direttrice dell’Atg, Marina Ortolani, il presidente dell’Anpi provinciale Alessandro Bianchini, il sindaco di Rosora Lamberto Marchetti e quello di Serra San Quirico Massimo Cantiani. È stato proprio Cantiani a ricordare come il “25 aprile sia una giornata dedicata al ricordo e al ringraziamento per il sacrificio di chi ha dato la vita per la liberazione. Soprattutto oggi, in questo clima di sfiducia generale nella politica e nelle istituzioni è necessario fare attenzione, perché è proprio grazie a questi eventi storici che sono potute nascere quelle istituzioni che ci hanno garantito i diritti della democrazia”.

I ragazzi hanno affrontato il tema della Resistenza con gli operatori teatrali e poi un gruppo del liceo classico e linguistico Aristofane di Roma si è esibito con uno spettacolo dedicato proprio alla Liberazione, frutto di un laboratorio teatrale realizzato in tre giorni di permanenza a Serra San Quirico. Prossimo appuntamento della Rassegna è quello con Augustin D’Humieres, sabato 28 aprile alle ore 9.30. D’Humieres è un insegnante delle banlieue parigine, suo il libro “Il figlio dell’ultimo banco”, dove spiega appunto le difficoltà di un docente in quei luoghi. Il 5 maggio, invece, sarà la giornata dedicata alla legalità, con l’arrivo a Serra San Quirico di Antonio Zambardino, fotoreporter che ha immortalato i volti dei familiari delle vittime della mafia, e di Rosario D’Uonno, responsabile dei progetti legalità per il Miur in Campania, che presenterà il Marano Ragazzi Spot Festival. Gli spettacoli, così come le giornate speciali, sono tutti aperti al pubblico e gratuiti. Info su www.teatrogiovani.eu. La rassegna è resa possibile grazie ai soci dell’Associazione Teatro Giovani: Provincia di Ancona, Amat, Comunità montana dell’Esino Frasassi e Comune di Serra San Quirico. Ed ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio e della Giunta della Regione Marche, assessorato alla Cultura, Turismo e Istruzione e del Parco naturale Gola della Rossa e di Frasassi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2012 alle 20:44 sul giornale del 27 aprile 2012 - 1215 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra san quirico, Associazione Teatro Giovani, elia lucarini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yjl





logoEV