Montelabbate: spacciatore 21enne rumeno viola le prescrizioni e finisce in cella

Arresto carabinieri 2' di lettura 24/04/2012 - Alle ore 15 circa di lunedì 23 aprile, in Montelabbate, i militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Riccione ed i colleghi della Stazione Carabinieri di Montecchio hanno arrestato S.C., nato in Romania nel 1991 e residente a Montelabbate (PU), celibe, con vicende penali a carico, già detenuto agli arresti domiciliari per spaccio di stupefacenti, con divieto di comunicazione, con qualsiasi mezzo, con terze persone.

In ottemperanza ad un’ordinanza di rigetto di istanza di revoca o modifica e di accoglimento di richiesta di aggravamento di misura cautelare emessa dall’Ufficio del G.I.P. del Tribunale di Rimini, è stata disposta la cattura a seguito di inosservanza degli obblighi impostigli con la precedente misura coercitiva, adeguatamente documentata dai militari procedenti.

Lo scorso 14 aprile il medesimo giovane rumeno era stato arrestato in ottemperanza ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa il 12 aprile 2012 dall’Ufficio del G.I.P. presso il Tribunale di Rimini, su conforme richiesta della locale Procura della Repubblica, che concordava con le risultanze investigative rapportate dai militari operanti, perchè responsabili, in concorso tra loro, di detenzione illegale e spaccio di sostanze stupefacenti, lesioni personali gravi come conseguenza di altro delitto e favoreggiamento.

Tale provvedimento coercitivo era stato emesso a conclusione di attività investigativa avviata a seguito del ricovero presso l’Ospedale di Riccione di un giovane 18enne originario di Cattolica che alle ore 4 circa del 27 novembre 2011, mentre stava ballando all’interno di una nota discoteca, si era sentito male e, trasportato in ospedale, era stato giudicato affetto da “insufficienza renale acuta, stato di agitazione psicomotoria ed allucinazioni visive in abuso di sostanze stupefacenti”.

I Carabinieri, subito allertati dal personale sanitario, avevano tempestivamente escusso a sommarie informazioni gli addetti all’ambulanza che avevano trasportato il giovane in ospedale ed il personale sanitario della rianimazione, accertando che, in alcuni segue nota stampa Reparto Operativo Carabinieri Rimini momenti di lucidità, il paziente aveva riferito di aver assunto un quantitativo di MDMA variabile da 1 ad 1,3 grammi. Veniva inoltre acquisito il referto tossicologico che confermava la presenza di anfetamine, metamfetamine, benzodiazepine, cocaina e cannabinoidi confermando pertanto le dichiarazioni rilasciate dai medici.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato alla Casa Circondariale di Pesaro.






Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2012 alle 16:44 sul giornale del 26 aprile 2012 - 1083 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, pesaro, arresto, montelabbate, spacciatore, roberta baldini, cronaca pesaro, carabinieri di riccione, carabinieri di montecchio, raumeno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ydA





logoEV