Spacca a inaugurazione Tipicità. Ospite d'onore l'ambasciatrice della Serbia Hrustanovic.

Gian Mario Spacca 3' di lettura 21/04/2012 - “Territorio, agricoltura, sapori, turismo: un mix vincente per il futuro della nostra economia. L’enogastronomia marchigiana è una risorsa da sempre, protagonista del passato, del presente e del futuro della regione. Si mantiene nel tempo evolvendosi con creatività nel rispetto pieno delle sue origini. E’ con questo spirito che la Regione Marche intende investire con sempre maggiore determinazione su questi settori, strettamente connessi tra loro, per affrontare con forza la difficile crisi che stiamo vivendo: un nuovo motore di crescita per la nostra economia che può affiancare con successo il più tradizionale manifatturiero”.

Lo ha detto il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, all’inaugurazione di “Tipicità” dove ha visitato gli stand mostrando all’ambasciatrice della Serbia Ana Hrustanovic, ospite d’onore di questa edizione di Tipicità, i prodotti e le peculiarità marchigiane presenti in fiera. Una presenza particolarmente importante, dal momento che la Serbia detiene attualmente la presidenza dell’Iniziativa adriatico ionica il cui Segretariato ha sede nelle Marche, ad Ancona. “La presenza dell’ambasciatrice Hrustanovic - ha detto Spacca – è un segnale di grande vicinanza tra le due sponde dell’Adriatico, un mare per il quale la Macroregione rappresenta un progetto di sviluppo e crescita di fondamentale importanza”. Spacca ha illustrato in particolare all’ambasciatrice lo stand della Regione Marche e i prodotti tipici della nostra terra.

“Prodotti – ha detto Spacca – che risentono positivamente di un territorio fertile dove mare, collina e montagna permettono di far prosperare ingredienti di qualità. Sono elementi preziosi che attraggono turismo e danno slancio alla promozione del territorio. E’ per questo che, nella strategia dei tanti ‘turismi’ che la Regione persegue per offrire sui mercati internazionali un brand Marche riconoscibile, l’enogastronomia ricopre un ruolo di primissimo piano. La nostra è una sfida: intercettare i nuovi segmenti di turismo nel mondo, proponendo un prodotto di alta fascia, che parla delle nostre tradizioni e che evoca un territorio dalle mille risorse. In un mercato come quello attuale, dinamico e in continua evoluzione, la Regione Marche ha deciso di puntare con decisione sui propri elementi di differenziazione, trasformandoli in punti di forza e in attrattive uniche. E’ così per il patrimonio storico architettonico, per i beni paesaggistici e ambientali. E’ così anche per l’enograstronomia che rappresenta una delle punte di diamante della promozione delle Marche in Italia e all’estero. Le Marche hanno le carte in regola per vincere la sfida: gli operatori marchigiani del settore sanno offrire un prodotto di elevata qualità legato al territorio e alle tradizioni. Una ricetta vincente che fa sì che i nostri produttori riscuotano un successo sempre crescente alle fiere di settore e tra i buyers internazionali: la crescita dell’export per l’agroalimentare del +13% nel 2011 rispetto all’anno precedente lo dimostra. Così come lo dimostra il successo crescente di Tipicità”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2012 alle 17:30 sul giornale del 23 aprile 2012 - 1498 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, gian mario spacca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/x6O





logoEV