Nasce l'Ente regionale per l'abitazione pubblica, soppressi gli Erap provinciali

assemblea legislativa delle marche 2' di lettura 19/04/2012 - La IV Commissione, Territorio ambiente, approva tre nuove leggi di contenimento della spesa e di efficienza e efficacia dell’azione amministrativa.

Una legge che guarda al contenimento della spesa e alla riduzione degli istituti con funzioni in materia di edilizia residenziale pubblica, quella che è stata approvata oggi (19 aprile) dalla Commissione regionale Ambiente e territorio. Presieduta da Enzo Giancarli, la Commissione ha, infatti, approvato le nuove norme che disciplinano il sistema regionale delle politiche abitative accumulando di fatto gli Erap provinciali in un unico Erap regionale a partire dal 1 gennaio 2013. La legge prevede: la creazione di un Fondo unico finanziato anche dai proventi delle alienazioni degli immobili, attraverso il quale attivare un vasto programma di manutenzione e recupero degli alloggi; la nomina, da parte della Giunta regionale, di un direttore unico. Sono cancellati i Consigli di amministrazione. Organi dell’Ente sono anche i responsabili dei presidi territoriali nelle cinque province marchigiane e il revisore dei conti; viene introdotto un indice ISEE regionale per la valutazione della condizione e della situazione finanziaria dell’assegnatario, il quale conserva il diritto di prelazione sull’alloggio nelle ipotesi di alienazione. La programmazione triennale del Piano di edilizia pubblica è di competenza dell’Assemblea legislativa, mentre quella annuale delle Conferenze provinciali delle Autonomie, composte da Sindaci e Presidenti di Provincia. Nel corso della seduta, la Commissione ha anche approvato la proposta di legge n.155 di riordino degli Enti di gestione dei Parchi naturali regionali.

Gli organi di gestione saranno il Presidente (eletto dal Consiglio direttivo), il Consiglio direttivo, composto dai rappresentanti degli ambientalisti, degli agricoltori e delle istituzioni locali. Non è più previsto il collegio dei revisori dei conti sostituito da un unico revisore. Da segnalare tra le principali modifiche: un generale e sensibile, l’abbassamento delle indennità, corrisposte agli organi degli Enti Parco, l’introduzione di un ruolo di “partecipazione attiva” della Comunità del Parco (non più Consulta), senza oneri a carico della finanza pubblica, rappresentativa delle categorie, sociali, culturali, associazioni ambientaliste, delle Camere di Commercio e delle Università, nelle fasi di programmazione, la predisposizione di un Piano annuale di programmazione. Anche questa legge come la precedente, sugli Erap, ha come obiettivi principali quelli di migliorare l’efficienza e dell’efficacia dell’azione amministrativa, rafforzare il ruolo d’indirizzo e di programmazione delle Autonomie locali e della Regione, ridurre le spese. Altra legge a essere approvata la n.180 che disciplina la sicurezza nella pratica degli sport invernali e fissa le sanzioni per le violazioni ai precetti comportamentali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2012 alle 17:41 sul giornale del 20 aprile 2012 - 1378 letture

In questo articolo si parla di attualità, erap, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xZq





logoEV