Genga: “Le Notti Bianche”, per Dostoevskij il palcoscenico eccezionale delle Grotte di Frasassi

notti bianche alle grotte frasassi 3' di lettura 18/04/2012 - San Pietroburgo si ritrova magicamente all'interno delle Grotte. Gli spettatori seguiranno le vicende dei due attori e della loro storia d'amore spostandosi insieme a loro nel ventre della terra. Un viaggio esperienziale riservato a 300 spettatori.

Dopo un’anteprima di grande successo del gennaio scorso, debutta ufficialmente domenica 22 aprile, nella splendida scenografia naturale delle Grotte di Frasassi, “Le notti bianche”, uno dei capolavori di Fëdor Dostoevskij. Lo spettacolo, diretto dal grande maestro Henning Brockhaus e interpretato da Lucia Bendia e Francesco Bonomo, unisce la magia del teatro all’emozione di uno scenario unico al mondo, per un viaggio esperienziale riservato a 300 spettatori. Le Grotte di Frasassi sono uno dei percorsi sotterranei più belli e importanti al mondo con i suoi 30 Km di intrecci di cunicoli e caverne su differenti livelli geologici, caratterizzati da enormi e suggestivi stalattiti e stalagmiti che nell’insieme rappresentano uno spettacolo unico in natura. L’ambientazione di Dostoevskij, nella zona di San Pietroburgo dove in certi periodi dell’anno il sole tramonta dopo le 22, si ritrova magicamente all’interno del percorso delle Grotte di Frasassi con il gioco dei riflessi nell’acqua, la meraviglia delle luci irreali e la sospensione delle coordinate spazio temporali: uno spettacolo unico, in un’incomparabile e straordinaria atmosfera di grande emozione e suggestione.

Il racconto, che ha ispirato anche il film omonimo di Luchino Visconti, è un romanzo sentimentale in cui appaiono molti dei temi fondamentali delle opere di Dostoevskij. Fedor, un impiegato "sognatore", racconta del suo incontro con una donna durante una delle sue passeggiate notturne. Nasten'ka vive quella che appare come la fine di un amore disperato. Apre il suo cuore con Fedor in un dialogo che dura quattro notti, durante le quali gradualmente nasce tra i due l’illusione di una vita insieme. In quell’incontro casuale Fedor e Nasten’ka sembrano "riconoscersi" ma il sogno si spegne improvvisamente con il ritorno dell’amante di lei e l'impiegato si ritrova nuovamente solo e "sognatore" in una vita avulsa dalla realtà. Gli spettatori seguiranno le vicende dei due innamorati in diversi “luoghi” all’interno delle grotte, si sposteranno insieme agli attori nel ventre della terra e i “cambi scena”, in questo luogo metafisico saranno la San Pietroburgo del racconto, una città del sottosuolo, un sottosuolo di Dostoevskijana memoria, con gli abitanti di questo strano mondo al quale anche lo spettatore è chiamato a partecipare.

Lo spettacolo è interpretato da due giovani attori, conosciuti dal pubblico per la loro intensa attività teatrale e cinematografica e televisiva: il ruolo di Nasten'ka è sostenuto da Lucia Bendia e quello di Fedor da Francesco Bonomo. L’evento è promosso dal Consorzio Grotte di Frasassi unitamente al Teatro Festival Frasassi e prodotto dall’Associazione Coniglingarage. Le Grotte di Frasassi si trovano nelle Marche, nel Comune di Genga, a pochi chilometri da Fabriano (AN). Spettacoli: domenica 22 e domenica 29 aprile, doppio spettacolo alle ore 19,30 e alle ore 21,30 Per maggiori informazioni e biglietti www.frasassi.com costo del biglietto: 30 euro. Comunicazione e ufficio stampa Massimo Zenobi - Mob.: 335 5987168 - massimo@massimozenobi.it Silvia Signorelli – Mob.: 338 9918303 – signorellisilvia@libero.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2012 alle 19:12 sul giornale del 19 aprile 2012 - 1236 letture

In questo articolo si parla di cultura, grotte di frasassi, genga, frasassi, lucia bendia, francesco bonomo, notti bianche alle grotte frasassi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xW9





logoEV