Cets: il Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello si candida per il 2012

Carta Europea del Turismo sostenibile: il Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello si candida per il 2012 2' di lettura 18/04/2012 - Il Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello si candida nel 2012 per il conseguimento della Carta Europea del Turismo sostenibile (CETS). Un passaporto prestigioso per aiutare lo sviluppo economico di tutta l'Area.

La prestigiosa certificazione viene rilasciata dall'Europarc, un organismo comunitario che richiede il rispetto di severi parametri e impegna le aree protette ad attuare politiche di sviluppo che preservino nel lungo periodo le risorse naturali, culturali e sociali del territorio.

“I settori che possono aiutarci di più ad uscire dalla crisi economica sono la cultura, il turismo e l'ambiente – ha sottolineato il Presidente del Consiglio regionale Vittoriano Solazzi durante la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa questa mattina a Palazzo delle Marche -. La nostra regione ha la fortuna di avere tante offerte turistiche e quella legata all'ambiente ha ancora grandi possibilità di crescita, per questo l'Assemblea legislativa non può che sostenere scelte intelligenti come questa”.

La candidatura del Sasso Simone sarà formalmente presentata in autunno, dopo la stesura di un piano di azione quinquennale e al termine di un percorso partecipato con tutti gli operatori turistici e gli amministratori locali che partirà il 20 aprile a Carpegna, nella sede del Parco, con un Forum Civico (ore 10.00). Una volta ottenuta la CETS – il responso sarà comunicato entro i primi mesi del 2013 - , nei cinque anni successivi la Comunità Europea controllerà il rispetto dei parametri di sostenibilità.

“Non è semplice ottenere una certificazione del genere, per noi è un grande impegno – ha affermato il Commissario straordinario del Parco Carlo Zaia – ma è un'opportunità in più per incentivare gli investimenti nel territorio”. In Italia la CETS è stata riconosciuta solo a 8 aree protette, tra queste il Parco nazionale dei Monti Sibillini, mentre in Europa sono poco meno di 90 le riserve certificate. “Non è una certificazione di qualità, ma una certificazione di processo che ha come primo obiettivo quello di portare vantaggi ai cittadini e agli imprenditori” – ha spiegato il Direttore del Parco Gianfranco Soriani che ha annunciato ulteriori incontri il 24 maggio e il 5 giugno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2012 alle 17:54 sul giornale del 19 aprile 2012 - 1165 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, Vittoriano Solazzi, Assemblea legislativa delle Marche, gianfranco soriani, carlo zaia, carta europea del turismo sostenibile, parco naturale del sasso simone e simoncello, parco del sasso simone e simoncello, simone e simoncello, cets

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xWl