Medicina Molecolare, 10 borse di studio per laureati marchigiani

Analisi esami, salute e medicina 6' di lettura 13/04/2012 - La Fondazione Marche finanzia 10 borse di studio nel campo della Medicina Molecolare con particolare attenzione alle aree di interesse individuate dalla Regione Marche e dall’Università Politecnica delle Marche.

La direzione del programma scientifico è affidata all’Italian Scientists and Scholars in North America Foundation (ISSNAF). Fondazione e Issnaf hanno infatti sottoscritto un Accordo operativo che consentirà a dieci giovani ricercatori marchigiani di ottenere una borsa di studio di un anno in prestigiosi centri di ricerca nordamericani: il Methodist Hospital Research Institute di Houston (TX); il MIT di Cambridge (MA); il Brigham and Women's Hospital di Boston (MA); la Yale University di New Haven (CT); il Diabetes Research Institute di Miami (FL); la New York University di New York (NY); il Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston (MA); la Ohio State University di Columbus (OH).

Il bando sarà pubblicato domani e scadrà il 30 maggio. L’Accordo è la prosecuzione operativa del Protocollo d’Intesa sottoscritto il 16 dicembre scorso tra Regione Marche, l’Università Politecnica delle Marche, la Fondazione Marche e l’Issnaf allo scopo di collaborare nelle aree dell’alta formazione scientifica e dell’innovazione tecnologica, del networking e della comunicazione. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del “Programma Marche 20.20 Sanità” ed è stata presentata oggi nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, il Rettore dell’Università Politecnica delle Marche Marco Pacetti, il vicepresidente della Fondazione Marche Mario Pesaresi e il direttore del Dipartimento Salute della Regione Carmine Ruta.

“Si tratta – ha commentato il presidente Spacca – di un’occasione straordinaria per i nostri giovani, ma anche per il territorio che acquisirà nuove competenze in settori strategici che governeranno lo scenario sanitario dei prossimi anni”. Con le borse si mira a formare personale nelle principali sedi universitarie del nord America sui temi fondamentali della Medicina Molecolare: nanotecnologie, scienze cognitive e sensori, cellule staminali, biologia cellulare e neurale, malattie metaboliche, biologia del cancro, genetica molecolare e genetica oncologica. “Questa iniziativa – ha concluso Spacca - è una tessera nel più ampio mosaico che è il progetto della Regione Marche per la longevità attiva. Vogliamo dare alla popolazione anziana autonomia e qualità della vita oltre a garantire un welfare universale e sostenibile. Inoltre auspichiamo che tale progetto possa favorire le imprese locali che opereranno nei settori della sensoristica, delle nanotecnologie e delle biotecnologie e consenta di dare un contributo reale per promuovere nuove realtà imprenditoriali nel territorio, tutelando il reddito e l’occupazione nelle Marche, tema che in questo momento è particolarmente sentito dalla comunità tutta”.

I giovani talenti marchigiani saranno seguiti nel loro percorso dai più qualificati Professori che si occupano del settore molecolare con posizioni di grande prestigio negli Stati Uniti: Mauro Ferrari, Tommaso Poggio, Piero Anversa, Pietro De Camilli, Camillo Ricordi, Michele Pagano, Pierpaolo Pandolfi, Carlo Maria Croce. Le competenze saranno poi la base per fornire prestazioni sanitarie di medicina predittiva e di terapia personalizzata attraverso lo sviluppo della medicina molecolare.

“Il progetto – ha sottolineato il dottor Ruta - si inserisce a pieno titolo nell’ambito dello sviluppo che la Regione Marche intende promuovere sul suo territorio nel settore della sanità, a partire dal rafforzamento delle competenze dell’Ospedale di Torrette e dalla realizzazione dei nuovi nosocomi (Nuovo INRCA, nuovo Salesi) che potranno accogliere le nuove figure che avranno sviluppato competenze di elevato valore nel settore della medicina molecolare per fornire ai cittadini una assistenza che superi l’attuale impostazione passando ad una assistenza personalizzata”.

La selezione dei vincitori sarà effettuata da Issnaf in accordo con Fondazione Marche con l’apporto dei tutor nordamericani. Lo studio si svilupperà su tematiche di formazione indicate da Fondazione Marche ed individuate sulla scorta dei programmi formativi e di sviluppo della Regione Marche e dell’Università Politecnica delle Marche.

Fondazione Marche metterà a disposizione di ISSNAF, a titolo di erogazione liberale, fino a un milione di euro per coprire il costo da questa sostenuto per l’assegnazione delle borse di studio. Per ciascuna borsa di studio Fondazione Marche, in particolare, metterà a disposizione dell’ISSNAF la somma stimata massima in Euro 50.000 per anno, o equivalenti in USD. Tale importo sarà utilizzato per assicurare al borsista la copertura assicurativa statunitense e il compenso per $50.000/anno e la quota ISSNAF che non sarà superiore a 10.000 euro per borsa.

La prosecuzione delle borse per il secondo anno non sarà automatica ma andrà confermata, in accordo con Fondazione Marche, sulla base di una valutazione della performance del candidato durante il primo anno di attività.

I risultati delle attività svolte verranno presentati sotto forma di rapporto finale dell’attività di post-doc Fellowship, curato dal borsista e certificato dal tutore in loco.

Nel caso in cui i risultati della collaborazione tra le Parti siano brevettabili, Fondazione Marche sarà immediatamente informata e dovrà esprimere il proprio interesse a ciascuno di tali eventuali brevetti. In ogni caso, andranno seguite le norme contrattuali imposte dal Centro di Ricerca al momento della stipula del contratto di lavoro. Qualora le Parti concordino sulla necessità di procedere alla brevettazione, l’Issnaf conviene fin da ora di rinunciare a tutti i diritti, lasciando al centro dove si è svolta la ricerca e a Fondazione Marche il compito di raggiungere un accordo in materia.

Rimane fermo il diritto degli inventori ad essere menzionati, in quanto tali, nelle eventuali domande di brevetto, secondo le leggi vigenti in Italia. In tutte le pubblicazioni scientifiche firmate dai borsisti dovrà essere citata l’affiliazione quale “Borsista Fondazione Marche/Issnaf”.

Tema: Nanotecnologie

Centro di Ricerca: The Methodist Hospital Research Institute, Houston, TX

Tutor: Mauro Ferrari


Tema: Scienze cognitive e sensori

Centro di Ricerca: MIT, Cambridge, MA

Tutor: Tommaso Poggio

Tema: Ricerca sulle cellule staminali

Centro di Ricerca: Brigham and Women's Hospital, Boston, MA

Tutor: Piero Anversa


Tema: Biologia cellulare e neurale

Centro di Ricerca: Yale University, New Haven, CT

Tutor: Pietro De Camilli

Tema: Malattie metaboliche

Centro di Ricerca: Diabetes Research Institute, Miami, FL

Tutor: Camillo Ricordi


Tema: Biologia del cancro

Research Centre: New York University, New York, NY

Tutor: Michele Pagano

Tema: Genetica molecolare

Centro di Ricerca: Beth Israel Deaconess Medical Center, Boston, MA

Tutor: Pierpaolo Pandolfi


Tema: Genetica oncologica

Centro di Ricerca: Ohio State University, Columbus, OH

Tutor: Carlo Maria Croce

Info: www.fondazionemarche.it
info@issnaf.org
www.issnaf.org






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2012 alle 13:48 sul giornale del 14 aprile 2012 - 1771 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, medicina, salute, borse di studio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xIM





logoEV