Jesi: i Carabinieri ritrovano un’opera d’arte e la restituiscono alla Diocesi

Mons. Gerardo Rocconi, Vescovo di Jesi 1' di lettura 10/04/2012 - Il prossimo 19 aprile, dalle ore 11.30, si svolgerà la cerimonia di restituzione di un dipinto trafugato, il “San Luigi Gonzaga” appartenente alla parrocchia jesina di San Giovanni Battista.

I Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio di Ancona riconsegneranno il dipinto raffigurante “San Luigi Gonzaga” nel corso di un incontro pubblico presso il Museo Diocesano di Jesi, in Piazza Federico II n. 7. La manifestazione si inserisce nel programma della Settimana della Cultura, uno dei grandi eventi promossi dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

L’opera era collocata nella chiesa di San Giovanni Battista in corso Matteotti ed era stata illecitamente sottratta nell’anno 2007. Il vescovo mons. Gerardo Rocconi esprime la gratitudine ai Carabineri per il risultato conseguito dal loro impegno. «In seguito alla denuncia fatta dal parroco mons. Attilio Pastori e grazie al costante e meritevole lavoro dei Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio – dichiara il vescovo Rocconi - l’intera cittadinanza potrà tornare a godere del dipinto. Auspico che questo tipo di manifestazione possa essere occasione per ricordare l’efficacia della collaborazione tra le Forze dell’Ordine e la Chiesa Jesina nella tutela e nel recupero di tutti quei segni della storia locale a cui rivolgiamo scarsa attenzione, a volte, ma che sempre più sono oggetto di furti organizzati e lesivi dell’integrità del patrimonio culturale jesino».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2012 alle 20:30 sul giornale del 11 aprile 2012 - 1724 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, jesi, diocesi di jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xBu





logoEV