Civitanova Wine Festival: Weekend all'ente fiera per gli enoappassionati. 180 etichette made in Marche

2' di lettura 10/04/2012 - E' stato presentato in mattinata il Civitanova Wine Festival, il primo evento cittadino per gli enoappassionati che si terrá all’Ente Fiera il 14 e 15 aprile. L’evento, unico nel suo genere a livello regionale esalterá i vini Made in Marche: 40 le cantine che parteciperanno, ognuna presentando tre vini, due selezionate dall’associazione ed una a propria scelta, per un totale di 120 degustazioni.

Il festival é stato organizzato dall’associazione Enogastronomia.it con il patrocinio del comune di Civitanova “Il settore vinicolo rappresenta qualcosa in cui credere perché fonde vino, agricoltura, prodotti di qualitá e giovani - ha detto il sindaco Massimo Mobili- ossia quello che puó essere visto come uno dei possibili sbocchi futuri della nostra regione”.

Venerdí 13 una cena di gala inaugurerá ufficialmente il festival, alla stessa parteciperanno anche i produttori vinicoli con un menu speciale e 80 etichette in degustazione. Le porte dell’ente fiera verranno aperte sabato 14 aprile con orario 16-23, il festival continuerá poi domenica 15 con orario 10-22. Il tour all’interno del wine festival sará un viaggio inebriante di sapori e odori tra i banchi d’assaggio ma ci saranno anche momenti sulla cultura del vino. Eventi nell’evento saranno infatti le varie rubriche previste durante il festival, vere e proprie ‘Arene wine’ moderate dal giornalista Carlo Cambi. Sabato 14 il Verdicchio, sará il protagonista alle 16.30 della prima arena wine con “Il Verdicchio, il più grande bianco italiano”, a discuterne l'enologo Roberto Potentini. Domenica 15 primo incontro alle 11, Carlo Cambi presenterá “Ribona contro Passerina”, "Verdicchio contro Pecorino". La seconda arena wine si terrá alle 15, a tema "I rosati, evoluzioni ed interpretazioni" con l'enologo Giancarlo Soverchia. Terzo ed ultimo appuntamento alle ore 18.00, "La D.o.c. Colli Maceratesi, un vino da scoprire" con Giovanni Basso e il Presidente del Consorzio Colli Maceratesi Sergio Sgarbi

Sarà possibile anche degustare i migliori vitigni delle Marche nelle verticali che si svolgeranno all’interno del Lido Restaurant, adiacente all'ente fiera. “Le verticali rapresentano al meglio il vitigno che si degusta – ha spiegato Mosé Ambrosi, presidente di Enogastronomia.it – esse permettono di conoscere un vino degustando almeno quattro diverse annate per provare come i grandi vini marchigiani hanno una lunga vita se affinati e mantenuti bene”. “Sono due gli obiettivi che la manifestazione vuole ottenere – ha concluso Ambrosi – creare una sinergia tra i produttori e e i consumatori, e creare interesse intorno ai prodotti vinicoli marchigiani. I vini marchigiani sono distinguibili, tipici e non sono riproducibili sul profilo sensoriale, speriamo dunque che l’evento sia il primo passo verso la conoscenza di questa enorme ricchezza che abbiamo nella nostra regione anche da parte dei nostri ristoratori che potrebbero essere i primi promotori di questo prodotto d’eccezione”.








Questo è un articolo pubblicato il 10-04-2012 alle 18:32 sul giornale del 11 aprile 2012 - 2698 letture

In questo articolo si parla di attualità, vino, civitanova marche, marche, elisa tomassini, Enogastronomia.it, civitanova wine festival, mosé ambrosi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xAX





logoEV