Monte Urano: la rapinatrice uccisa da un colpo di pistola frontale al petto

autopsia 1' di lettura 06/04/2012 - Un colpo di arma da fuoco al petto, esplosi frontalmente da un revolver Smith and Wesson, la causa della morte della rapinatrice 36enne uccisa a Monte Urano durante una rapina in una gioielleria.

Rosa Donzelli, secondo quanto emerso dall'autopsia eseguita venerdì, sarebbe morta pochi istanti dopo il colpo. Ad impugnare l'arma il gioielliere che i banditi avevano colpito con il calcio della pistola e legato.

Inoltre dalle indagini dei Ris e dai filmati delle telecamere a circuito chiuso sembrerebbe che l'arma impugnata dalla banda di cui la donna faceva parte insieme ad altri due persone, tutt'ora ricercate, fosse vera e non una scacciacani recuperata in una scarpata.






Questo è un articolo pubblicato il 06-04-2012 alle 22:52 sul giornale del 07 aprile 2012 - 1887 letture

In questo articolo si parla di cronaca, monte urano, Sudani Alice Scarpini, autopsia, rapina in gioielleria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xvA





logoEV