Latini sul mancato ribasso della benzina: un insulto

Dino Latini 1' di lettura 02/04/2012 - La mancata diminuzione dei 5 centesimi il prezzo della benzina da parte degli erogatori è un insulto alla gente comune che si è vista quasi raddoppiare il costo della stessa nel corso dell’ultimo anno e che ora si aspettava almeno il calo stabilito per legge regionale.

Non si può più sopportare la crescita esponenziale dei prodotti petroliferi, stante la gravissima crisi economica e bisogna cominciare a pensare a misure obbligate e impositive di stop al caro prezzo. Ciò sarà pure poco da libero mercato, ma è una misura che se non la stabilisce il governo centrale gli enti locali e le regioni devono coraggiosamente assumere.


da Dino Latini
Consigliere Regionale Api - Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-04-2012 alle 18:59 sul giornale del 03 aprile 2012 - 1439 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, dino latini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xig





logoEV