Chiaravalle: si va verso il Commissariamento

chiaravalle paesaggio 4' di lettura 31/03/2012 - Non sono bastate le dimissioni da Vicesindaco, il passo indietro è stato ritenuto troppo corto, non c’è stato il cambio di passo richiesto. E’ così che, da poco passata la mezzanotte, matura l’annuncio di Giovanni Spinsanti, a nome degli 8 consiglieri di maggioranza firmatari delle mozioni di sfiducia contro il vicesindaco Moscatelli, che annuncia la mozione di sfiducia al sindaco Daniela Montali che verrà presentata dal “gruppo dei dissidenti”.

Dopo oltre 9 ore si conclude così un consiglio comunale in cui si discutevano argomenti importanti come il bilancio di previsione 2012 e quello pluriennale ma che era atteso da tutti per la vicenda legata al vicesindaco Moscatelli.

Il capogruppo del PDL, Gianluca Fenucci, aveva chiesto di anticipare le interpellanze relative alla sfiducia a Moscatelli ma il presidente del consiglio, regolamento alla mano, non lo aveva accontentato e così si è fatta notte fonda prima di scoprire che quello di venerdì potrebbe essere l’ultimo consiglio comunale con alla guida il sindaco Montali.

Le recenti prese di posizione di Moscatelli hanno accelerato una situazione già compromessa ed hanno fatto precipitare definitivamente la situazione. Moscatelli aveva anticipato le sue intenzioni di dimettersi da vicesindaco ma non da assessore, giovedì scorso, in un incontro nell’aula consiliare alla presenza di alcuni personaggi politici locali a lui vicini. Nell’incontro l’assessore ai lavori pubblici aveva sparato a zero, con toni aspri, sugli 8 consiglieri di maggioranza che lo avevano sfiduciato, lamentando che in consiglio si nota l’assenza dell’IDV, che lo difende, mentre hanno eccessivi poteri alcune forze che sono critiche con lui. Inoltre, aveva anticipato un’assemblea pubblica con i cittadini che andrà in scena oggi sempre nell’aula consiliare, non tenendo conto degli inviti giunti anche da suoi seguaci che gli avevano consigliato di soprassedere.

Tutto ciò ha creato l’insanabile frattura di una situazione già compromessa e quando, a notte fonda, Spinsanti ha chiesto spiegazioni al sindaco senza che la Montali si addentrasse nei chiarimenti sperati, gli 8 hanno preannunciato la sfiducia al primo cittadino che di fatto dovrebbe sancire la fine anticipata della consiliatura.

“Nonostante richieste reiterate di rimuovere Moscatelli, responsabile di continue protervie e di insipienza politica – hanno affermato gli 8 – il sindaco ha sempre tergiversato, sorda ad ogni proposta di conciliazione. Il sindaco deve fare il sindaco non il podestà perché nessun sindaco democratico potrebbe disattendere un deliberato del consiglio comunale con cui la maggioranza ha chiesto di togliere le deleghe a Moscatelli, come ha fatto la signora Montali. Le bugie ed i ravvedimenti tardivi non servono”.

Duro il commento del capogruppo PDL, Gianluca Fenucci, che successivamente ha illustrato l’interpellanza del suo gruppo. “Moscatelli è responsabile di tanti errori politici ed amministrativi ma le colpe più gravi le ha il sindaco che per almeno 8 mesi ha fatto finta di nulla, delegittimando continuamente il valore dei consiglieri comunali e pensando che tutti avrebbero messo la testa sotto la sabbia e si sarebbero piegati agli assurdi diktat di un partito che non c’è più. I metodi del sindaco e dei pochi che la spalleggiano ricordano il vecchio PCI e l’arcipelago Gulag. Onore agli 8 consiglieri per il coraggio e la dimostrazione di autentico amore per la città. Non temano i “niet” e le ripicche, le piccole e grandi vendette che potrebbero subire: la gente di Chiaravalle ha memoria e non ne può più di un modo di amministrare per nulla trasparente e poco democratico. Questo sindaco ha permesso aumenti di tutti i generi, dall’Irpef all’Imu, dalle aliquote alle imposte, peggiorando i servizi, senza mai avere un progetto di sviluppo della città e soprattutto ha dimostrato di avere in spregio l’umanità delle persone, il rispetto per chi siede sugli scranni consiliari, in particolare chi non si allinea al suo modo non corretto di amministrare e di fare politica”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2012 alle 17:12 sul giornale del 02 aprile 2012 - 1434 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xed