No Tav, ordinanze notificate in tutta Italia. Obbligo di dimora per un civitanovese

no tav 1' di lettura 26/01/2012 - E' stata adottata la misura dell'obbligo di dimora nei confronti di un 27enne civitanovese noto negli ambienti dell’area ultra’ della Civitanovese calcio e dell’area antagonista. Il provvedimento e' stato eseguito dal nucleo D.I.G.O.S. diretto dal Vice Questore Aggiunto D.ssa Nicoletta Pascucci, nell’ambito di una vasta operazione di Polizia per l’esecuzione di misure cautelari in relazione agli incidenti avvenuti lo scorso 3 luglio in Val di Susa contro la linea ferroviaria Tav Torino-Lione.

I reati contestati al giovane, vanno dalla resistenza a Pubblico Ufficiale, violenza, devastazione ecc. commessi in concorso con altre persone nel mese di Luglio 2011 presso i cantieri della TAV di Chiomonte (TO). Nel corso dell’operazione sono state effettuate tre perquisizioni e controllati 5 soggetti noti alla questura maceratese.

Durante una di queste sono stati rinvenuti e sequestrati 2,5 etti di sostanza stupefacente del tipo metanfetamina verosimilmente “polvere d’angelo” a carico di un soggetto G.P. di anni 19, operaio, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed associato al carcere di Camerino. L’ordinanza eseguita dagli uomini della DIGOS è stata emessa dal Gip di Torino, Federica Bompieri, su richiesta del Procuratore aggiunto Andrea Beconi, nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla Questura del capoluogo piemontese.

La notifiche delle ordinanze è in corso in varie città italiane, da Palermo a Trento; il maggior numero di provvedimenti riguarda persone residenti in Piemonte.






Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2012 alle 20:18 sul giornale del 27 gennaio 2012 - 1560 letture

In questo articolo si parla di cronaca, manifestazioni, stupefacenti, elisa tomassini, no tav, val di susa, domiciliari, notifiche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/uqY