Ancona: minaccia di gettarsi nel vuoto dal suo appartamento, salvata

Ambulanza 1' di lettura 25/01/2012 - Non si voleva sottoporre al TSO (trattamento sanitario obbligatorio) la donna che martedì in Ancona ha minacciato di gettarsi dalla finestra della sua abitazione.

Si era seduta a cavalcioni sopra il davanzale con la finestra spalancata del suo appartemento sito nei piani alti dell'edificio. A minacciare di lanciarsi nel vuoto una donna con problemi psichici.


La donna doveva effettuare un trattamento sanitario obbligatorio ma probabilmente non voleva saperne. E' così che alla vista dei medici e dello psichiatra che la venivano a prendere presso la sua abitazione in via Lauro De Bosis che ha voluto prendere la pericolosa iniziativa.

Fortunatamente la peggiore ipotesi non si é verificata. La donna, infatti, é stata convinta dallo staff medico e dallo psichiatra a rientrare nel suo appartamento per poi essere trasportata per le cure mediche nel reparto di Psichiatria dell'Ospedale regionale di Torrette. Grazie all'aiuto dello staff del 118 il peggio é stato scongiurato. Sul posto anche la Polizia, ma non ci sarebbe stato bisogno di intervento da parte di quest'ultima, poiché tutto si sarebbe risolto positivamente prima dell'arrivo.







Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2012 alle 14:34 sul giornale del 26 gennaio 2012 - 1449 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, ambulanza, soccorsi, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/umU





logoEV