counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Approvato dal consiglio regionale il piano di dimensionamento scolastico

1' di lettura
2075

Marco Luchetti

“La continuità e qualità didattica sono il filo conduttore del nuovo Piano di dimensionamento scolastico 2012-13. Due criteri – spiega l’assessore regionale all’Istruzione, Marco Luchetti commentando l’approvazione da parte del Consiglio regionale – che ispirano in maniera incisiva le scelte fatte e che vanno verso una maggiore integrazione tra gradi di istruzione.

Risultato importante infatti, è che con questo nuovo Piano viene generalizzata su tutto il territorio la costituzione degli i Istituti comprensivi tra scuole di I e II grado, come elemento portante appunto della continuità didattica. Altro aspetto fondamentale del Piano è la ricerca di omogeneizzazione dell’offerta scolastica sul territorio regionale, accogliendo le proposte espresse dalle Province e senza penalizzare le geografie più deboli, anzi tenendo in maggior conto chi ha problemi di carenze infrastrutturali. La continuità didattica dunque unita ad una maggiore aderenza ai bisogni dei territori sono le direttrici sulle quali si muove questo provvedimento e anche l’ordine del giorno che è stato approvato in seguito, dove si chiede infatti un’omogenea riorganizzazione del sistema scolastico.

In linea con il criterio della continuità didattica, anche le scelte fatte sui percorsi professionali triennali da costruire d’intesa con la Direzione scolastica regionale perché l’alternanza scuola –lavoro diventi una realtà funzionante e virtuosa del nostro sistema scolastico. In tal senso va anche la richiesta al Ministero dell’Istruzione e Ricerca e da me fortemente sostenuta in sede di coordinamento nazionale degli assessori regionali, che si metta mano in tempi rapidi all’applicazione effettiva della riforma del Titolo V della Costituzione. Un’esigenza non più procrastinabile e la cui disapplicazione sta minando l’efficacia di qualsiasi atto organizzativo. “



Marco Luchetti

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2012 alle 17:24 sul giornale del 25 gennaio 2012 - 2075 letture