Rinnovato il protocollo a sostegno dei lavoratori di aziende in crisi

Marco Luchetti 2' di lettura 23/01/2012 - L’intesa per il sostegno ai lavoratori e alle imprese in crisi - già sottoscritta da Regione Marche, Banche, Organizzazioni sindacali e datori di lavoro il 31 marzo 2009- sarà rinnovata per un altro anno con le stesse condizioni, diritti, obblighi e parti firmatarie.

Lo ha deciso lunedì la giunta regionale approvando lo schema di rinnovo del protocollo che interessa purtroppo molti lavoratori marchigiani. “Nonostante gli indicatori parlino di un lieve segnale di riduzione delle ore di cassa integrazione richieste, la crisi permane – ha spiegato l’assessore regionale al Lavoro-Formazione, Marco Luchetti portando la deliberazione all’esame dei colleghi – e resta su un volume complessivo 5-6 volte superiore al numero di ore del 2007, ultimo anno prima della crisi. La situazione attuale determina un continuo ricorso da parte delle aziende marchigiane alla cassa integrazione nelle sue diverse forme e induce quindi a rinnovare questo documento di intesa, rivelatosi molto utile nella sua flessibilità. Consente infatti a chi ha già problemi di non dover subire i ritardi dei tempi procedurali per l’erogazione delle indennità. Anche se le procedure sono state snellite e velocizzate, tuttavia rimangono situazioni in cui si registrano ritardi.

Per questo il sistema economico-sociale e creditizio ha risposto con grande disponibilità e collaborazione alle finalità di questo accordo: l’anticipo degli assegni di cassa integrazione dalle Banche ai lavoratori che ne hanno diritto, in attesa che siano definite le procedure dall’INPS e quindi la restituzione delle somme. Le Banche coinvolte – sottolinea Luchetti – hanno dimostrato un forte impegno per il sostegno ai lavoratori e alle imprese assicurando l’applicazione dell’accordo anche dopo la scadenza naturale.”

Nel protocollo sono previste le modalità con le quali le banche anticiperanno l’assegno mensile ai lavoratori in cassa integrazione, che hanno diritto, secondo la stessa intesa, anche alla possibilità di sospendere e posticipare i ratei dei mutui contratti. L’accordo, che sarà operativo non appena le parti che hanno condiviso la proposta avranno firmato il documento, scadrà il 31 dicembre prossimo ma potrà essere prorogabile automaticamente per altri 12 mesi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2012 alle 17:01 sul giornale del 24 gennaio 2012 - 1260 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, marco luchetti, crisi economica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ugm





logoEV