counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Civitanova: all'alt si qualifica come agente della guardia costiera ma la placca è falsa. Denunciato

1' di lettura
1306

E' andata male ad un anconetano a bordo di una berlina che fermato dai carabinieri civitanovesi sulla statale 16 si è spacciato per un 'collega' per eludere il controllo. I Carabinieri gli hanno chiesto di esibire patente e carta di circolazione e l’automobilista, si è qualificato come “collega” della guardia costiera esibendo una placca metallica simile a quella in uso alla Forza armata. 

Gli agenti non solo hanno approfondito il controllo, senza sconti, ma hanno verificato che quella “placca” altro non era se non una falsa riproduzione. I Carabinieri hanno a quel punto operato una perquisizione personale e veicolare da cui sono venuti fuori distintivi di grado, sempre della Marina Militare e un coltello a serramanico di lunghezza complessiva di cm 20, quindi di genere proibito. L’uomo, originario della provincia di Ancona, ha subito insospettito i carabinieri perché si qualificava come volontario in ferma breve (VFP1) e, vista l’età superiore ai 30 anni, ciò era decisamente incongruente. L'uomo è stato denunciato per usurpazione di titoli e gradi, nonché per porto abusivo di armi da taglio.

Anche durante la notte passata, numerosi sono stati i controlli dell’Arma dei Carabinieri lungo la costa maceratese: 128 autovetture controllate con 177 persone identificate e 15 contravvenzioni al codice della strada, fra cui due infrazioni per velocità non commisurata al centro abitato, elevate verso due giovani automobilisti nel centro di Civitanova.



Questo è un articolo pubblicato il 16-01-2012 alle 17:31 sul giornale del 17 gennaio 2012 - 1306 letture