counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

San Benedetto: Direttiva Bolkestein, convegno organizzato dell'Itb all'auditorium Tebaldini

2' di lettura
583

itb

Sembra che il mondo del turismo balneare si sia rassegnato alla sconfitta, ridotto allo stremo dal logorante confronto con la direttiva europea Bolkestein.

Tanti, troppi dei nostri colleghi ormai stanno cominciando a pensare che la partita degli imprenditori turistici balneari contro la famigerata direttiva sia di fatto finita. Ma questo è solo quello vogliono far credere loro certi amministratori pubblici o certi politici interessati, molto da vicino, agli investimenti di grandi multinazionali o di speculatori giocando sulla stanchezza degli operatori.

Stesso ragionamento stanno facendo anche certi strani rappresentanti della categoria, raccolti dentro associazioni che sembrano tutelare più il bene di pochi che quello di tanti lavoratori. Ma la partita, quella vera, in realtà deve ancora cominciare e si giocherà sul piano legale e sociale e non solo su quello degli interessi economici assolutamente estranei al mondo del turismo balneare.

L'Itb Italia, si armerà di codici e di leggi, nonché del modello vincente di turismo balneare italiano. Dobbiamo ancora entrare nella fase decisiva della battaglia e tutti devono lasciare da parte la rassegnazione, il dubbio e la sensazione di sconfitta.

Il prossimo appuntamento per chi ha cuore la categoria e la sua imprese allora sarà al convegno Il turismo balneare e la stagione dei diritti in programma il prossimo 3 febbraio alle ore 15 presso l’auditorium Tebaldini del Comune di San Benedetto per ascoltare il piano delle azioni legali messo a punto dal collegio di avvocati reclutati dalla nostra associazione.

L’incontro farà da preludio all’appuntamento del prossimo 23 febbraio quando il presidente dell’Itb Giuseppe Ricci insieme ai rappresentanti di altri movimenti e associazioni si recherà a Roma per un confronto con il ministro del Turismo Piero Gnudi e quello degli Affari Europei Enzo Moavero Milanesi.

"I nostri politici - afferma il presidente Giuseppe Ricci - devono capire che gli imprenditori balneari sono da generazioni uomini affaticati dal tempo e dal destino ma abituati da sempre a lottare a non mollare mai. Il nostro obiettivo è richiedere la trasformazione del regime di licenza per le nostre imprese da concessoria a autorizzativa come per tutte le altre attività commerciali. Vediamo su questo nuovo governo ha intenzione di preservare il nostro lavoro e i nostri investimenti".



itb

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-01-2012 alle 15:27 sul giornale del 14 gennaio 2012 - 583 letture