counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ancona: Gemini e Biondini,'Chiediamo un Registro per i testamenti biologici'

2' di lettura
1517

associazione Luca Coscioni Ancona

La cellula di Ancona dell’associazione Luca Coscioni ha inoltrato, a dicembre del 2011, ai principali comuni delle Marche, (Ancona, Ascoli Piceno, Civitanova Marche, Fabriano, Fano, Fermo, Jesi, Macerata, Pesaro, Recanati, San Benedetto del Tronto, Urbino) una lettera con la quale si chiede l’istituzione del Registro comunale dei Testamenti biologici.

L’istituzione di un Registro comunale dei Testamenti biologici - dichiarazioni anticipate di volontà relative ai trattamenti sanitari - è al momento l’unico strumento a disposizione dei cittadini per testimoniare una scelta della persona e per tutelare il diritto all’autodeterminazione in materia sanitaria, sancito in primo luogo dalla nostra Carta Costituzionale.

In questo modo i residenti nel Comune che abbiano redatto un documento, autenticato, contenente decisioni relative al fine vita (scelte mediche, sospensione delle cure, rianimazione, tumulazione o cremazione, rito religioso o civile …), potranno far registrare l’esistenza di tale documento e il luogo dove hanno deciso di conservarlo. Questa iniziativa è una realtà in molti Comuni italiani, dove sono già attivi registri che hanno certificato la redazione di migliaia e migliaia di Testamenti biologici.

I principi a cui facciamo riferimento sono affermati, dalla nostra Carta Costituzionale, ribaditi da Convenzioni internazionali, quale quella di Oviedo, e confermati da alcune sentenze, intervenute a fare chiarezza su recenti eventi, come il caso di Eluana Englaro. Proprio la giurisprudenza della Cassazione relativa alla vicenda Englaro ci fa ritenere l’istituzione del Registro comunale dei Testamenti biologici un passo essenziale per la concreta tutela di un diritto fondamentale della persona. Si confida in un riscontro positivo da parte dei 12 comuni coinvolti dall’iniziativa, a tutela del diritto all’autoderminazione dei cittadini marchigiani.

dr. Stefano Gemini, segretario cellula di Ancona dell’associazione “Luca Coscioni”
dr. Renato Biondini, tesoriere cellula di Ancona dell’associazione “Luca Coscioni”



associazione Luca Coscioni Ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-01-2012 alle 00:58 sul giornale del 07 gennaio 2012 - 1517 letture