counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: bottigliata in testa per un cellulare, in manette due 20enni

1' di lettura
1246

bottiglia

Una bottigliata in testa per un cellulare, é per questo che due 20enni peruviani, regolarmente residenti in Ancona, sono stati arrestati a Piazza Ugo Bassi.

Erano circa le 23 di giovedì, quando gli Agenti delle Volanti della Questura e dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Ancona, hanno tratto in arresto due peruviani, A.H. w.j. di 26 anni e B.E. m.k. 24 anni, entrambi regolarmente residenti ad Ancona. Per loro l'accusa é di rapina aggravata.

Il fatto è accaduto in P.zza U. Bassi, nei pressi della fermata dell'autobus. I due peruviani si sarebbero avvicinati ad un giovane cingalese e, con la scusa banale di una sigaretta, lo avrebbero colpito al volto con una bottiglia facendolo cadere a terra e rubandogli il cellulare.

Vittima anche un altro connazionale del giovane cingalese, che dopo essere intervenuto in sua difesa, é stato colpito anche lui con una bottigliata in testa. Dopo l'aggressione i due sudamericani si sarebbero dati alla fuga.

Immediata la segnalazione al 113 e il conseguente intervento della Volante della Polizia e della Pattuglia dei Carabinieri i cui operatori, dopo pochi minuti dal fatto, individuavano gli autori della rapina nella vicina Via Pesaro, traendoli in arresto.

Sul posto i sanitari del 118 che hanno soccoso le riluttanti vittime, che rifiutavano le cure ospedaliere, per lievi ferite. I due peruviani si trovano ora presso il Carcere circondariale di Montacuto a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.



bottiglia

Questo è un articolo pubblicato il 06-01-2012 alle 17:13 sul giornale del 07 gennaio 2012 - 1246 letture