Turismo e terziario: accordo per la detassazione

Confcommercio logo 1' di lettura 03/01/2012 -

Siglato l'accordo per la detassazione dei salari di migliaia di dipendenti delle province di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo e Macerata appartenenti ai settori del Turismo e del Terziario.



Il protocollo è stato sottoscritto martedì dalla Confcommercio Imprese per l'Italia Marche, Federalberghi Marche, Fipe provincia di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali regionali Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil Marche. L'intesa sulla detassazione porterà a buste paga più 'pesanti' per migliaia di occupati del settore, un segnale di grande importanza per il comparto come sottolinea il Coordinatore Confcommercio Imprese per l'Italia Marche : "Si tratta di un accordo – le parole del professor Massimiliano Polacco –, che porta positività e un pò di ottimismo a ridosso del nuovo anno. Il 2012 si preannuncia come un anno di grande complessità e problematicità, iniziarlo con un 'intesa che è in grado di incrementare il potere di acquisto delle famiglie senza aumentare il costo del lavoro aziendale, è certamente un buon primo passo".

La firma dell'accordo garantisce l'attivazione, indipendentemente dal contratto collettivo applicato, del meccanismo di detassazione e si configura come un'imposta sostitutiva al 10%. Il ricorso a tale aliquota, sulle componenti accessorie della retribuzione, scatta a fronte di incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza organizzativa, in relazione a risultatti riferibili all'andamento economico o agli utili dell'impresa o ad ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2012 alle 15:36 sul giornale del 04 gennaio 2012 - 1327 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, confcommercio, tassa, stipendio, terziario

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/tyR





logoEV