Iacopino, presidente dell'Ordine dei giornalisti: 'I pubblicisti non saranno cancellati'

Ordine dei Giornalisti 2' di lettura 02/01/2012 -

In questi giorni fra i colleghi e sui siti stanno circolando voci preoccupate sulla fine dell’Ordine dei giornalisti e soprattutto sulla sorte dei pubblicisti. Il Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine, Enzo Iacopino, ha diffuso una nota con la quale cerca di riportare un po’ di ordine fra tante informazioni imprecise o addirittura false. Ecco il testo della comunicazione del Presidente Iacopino.



L’Italia è un Paese di giuristi, altro che di allenatori di calcio. Poteva il Presidente dell’Ordine nazionale sottrarsi a tale esercizio? Poteva e doveva, in verità. Un po’ per ruolo e molto per carattere. So che in giro c’è tanta gente che ritiene che basti apparire per esistere. Personalmente credo che le dichiarazioni vadano centellinate anche se rilasciarle costa la fatica di un fiato, mentre lavorare per costruire richiede un impegno energetico maggiore. Notti passate alla Camera dei deputati per sollecitare ragionevolezza su aspetti non marginali; riunioni per spiegare le conseguenze di questa o quella parola. Niente medaglie, per carità: fa parte del dovere. Come quello di tacere davanti a qualche, troppe volgarità.

So anche che un numero ancor più consistente di persone afferra un microfono (o la tastiera di un computer), fa dichiarazioni roboanti sulla nave che affonda, ma subito dopo considera “inopportuna” una riunione per una riflessione comune sui problemi che riguardano l’Ordine: vengono prima torroni e panettone, cotechino e lenticchie!

Ma quando le dichiarazioni di alcuni determinano un turbamento crescente nella categoria, allora il Presidente dell’Ordine ha il dovere di fare chiarezza. Con un pizzico di ironia (tanto per tentare di alleggerire la spiegazione, necessariamente lunga e noiosa, nonostante il mio modo di scrivere, e di parlare, poco istituzionale), finalizzata anche a tenere desta l’attenzione e con la consapevolezza che ci sarà qualche “giurista” (le virgolette sono volute) che polemizzerà, forte delle sue convinzioni, ovviamente più “fondate” degli studiosi del diritto ai quali il Presidente dell’Ordine si è rivolto.

Che cosa sta circolando sul web, in particolare. Molto. Segnaliamolo per punti (pdf), cercando di fare chiarezza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-01-2012 alle 12:36 sul giornale del 03 gennaio 2012 - 1593 letture

In questo articolo si parla di attualità, Ordine dei Giornalisti, pubblicisti, Enzo Iacopino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/twM