counter

Porto Recanati: La picchiano e le rubano l'auto nella quale aspettava l'amica

Violenza 1' di lettura 14/12/2011 -

La picchiano e le rubano l'auto nella quale stava aspettando l'amica di fronte ad un supermercato. Sembra una scena degna del Bronx ed invece è successo a Porto Recanati, vittima della rapina Silvia Giulioni, che nella sua auto aspettava l'amica Carmen Ottavianelli entrata per alcune compere all'Eurospin in località Pizzardeto.



La donna inizialmente era entrata nel supermarket con l'amica, ma sentendosi un po' debole aveva preferito tornare in auto, una Lancia Y. La Ottavianelli continua a fare acquisti, non dimenticando di buttare un occhio al parcheggio di tanto in tanto per accertarsi che tutto vada bene, finchè non vede più l'auto. Inizialmente non si preoccupa troppo, magari l'amica ha dovuto spostarla ma poi viene chiamata alle casse e una volta uscita la scena agghiacciante. La Giulioni era per terra dolorante e in preda alla disperazione, gridava che le avevano rubato l'auto.

Dal racconto della vittima sembra che nei pressi dell'auto siano arrivati due tizi, l'aspetto era quello dei vu' cumpra', con il finto intento di voler vendere qualcosa. La donna oppone diniego, ma in un momento le due portiere vengono spalancate e i due le saltano al collo malmenandola, trascinandola fuori dall'auto e scaraventandola a terra. Poi scappano a tutto gas. Sul posto è intervenuta la Croce Azzurra seppure la donna non ha voluto farsi ricoverare. La descrizione dei due uomini è stato il punto di partenza per le indagini, ma si spera che le telecamere di sorveglianza abbiano ripreso tutta la scena e possano aiutare ad individuare i due.






Questo è un articolo pubblicato il 14-12-2011 alle 19:25 sul giornale del 15 dicembre 2011 - 2178 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, rapina, violenza, porto recanati, furto, elisa tomassini, vu' cumprà

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/sXJ





logoEV
logoEV