counter

A una ricercatrice marchigiana il riconoscimento per la migliore tesi in Europa sullo Sviluppo regionale

Laura Polverari 2' di lettura 14/12/2011 -

E’ andato a una ricercatrice marchigiana il premio 2011 per la migliore tesi di dottorato in Europa sulle tematiche dello sviluppo regionale.



Laura Polverari, 39 anni di Fano, ha “sbaragliato” la concorrenza di oltre 160 altri ricercatori europei e viene premiata questo pomeriggio a Bruxelles durante una cerimonia in occasione della sessione plenaria del Comitato delle Regioni. Il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca , che partecipa ai lavori, si è congratulato personalmente con la ricercatrice, anche a nome di tutta la comunità regionale. Il talento marchigiano è dunque riuscito ancora una volta ad imporsi a livello internazionale. Il riconoscimento che oggi viene assegnato a Laura Polverari rende orgogliosa la comunità marchigiana perché Laura è una giovane donna che vanta un curriculum di grandissimo valore.

E’ il segno che le nuove generazioni lavorano con impegno e grande determinazione per costruire il proprio futuro. Ci sono tantissimi giovani originari del territorio che si stanno facendo valere all’estero: l’augurio è che molti di loro possano ritornare presto per contribuire a costruire il futuro delle Marche e la Regione li incoraggia in questo senso. La tesi di Laura Polverari premiata oggi tratta il tema della nuova responsabilità della politica pubblica a livello regionale in seguito alla devolution, prendendo in esame la gestione in ambito regionale della politica di coesione europea. Il premio esiste ormai da vari anni ed è particolarmente ambito, anche perché la selezione viene fatta da un comitato di accademici europei di alto livello. Quest’anno, le tesi ammesse al concorso erano 163, provenienti da tutti i Paesi Ue.

Laura Polverari è nata a Fano 39 anni fa. Dopo il diploma di maturità linguistica al liceo classico “Nolfi” di Fano si è laureata in Scienze politiche. Ha conseguito un master in Sviluppo economico e, successivamente, il dottorato di ricerca in Politiche pubbliche europee all’Università di Strathclyde di Glasgow dove oggi lavora nella School of Government and Public Policy (precisamente presso il Centro di ricerche per le politiche europee) come Senior Research Fellow. Si occupa di politiche di sviluppo regionale e in particolare del coordinamento e della realizzazione di progetti di ricerca comparata sulla politica di coesione europea e sulle politiche di sviluppo regionale degli Stati membri. Attualmente coordina una valutazione per l’Unità di Valutazione della DG Regio, che il Centro di ricerche per le politiche europee sta realizzando insieme alla London School of Economics, sull’impatto della politica di coesione in 15 Regioni UE15 dal 1989 ad oggi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2011 alle 17:35 sul giornale del 15 dicembre 2011 - 1849 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/sWN





logoEV
logoEV